Tinture per capelli vegetali: cosa contengono e come agiscono

Ricavate da ingredienti 100% naturali, questi prodotti sono ormai i più richiesti dalle donne. Oltre a tingere il capello, donano lucentezza e idratazione. Ecco come funzionano e le differenze rispetto alle tinte con ammoniaca.

colorazione capelli
Foto: Shutterstock

Ogni donna esige il meglio per la propria chioma e ormai la scelta per i prodotti eco friendly, come i colori per capelli naturali e di origine vegetale, è la regola. 

Oggi come oggi esistono molte formulazioni professionali con ingredienti 0% chimici, che i saloni propongono come l’opzione migliore.

Si tratta di colorazioni che non contengono ad esempio l’ammoniaca, che è la principale causa dei capelli crespi e sfibrati. 

Le donne sono alla ricerca di naturalezza, non solo dal punto di vista dei colori, ma proprio nella composizione di ciò che applicano sulla propria testa.

Colori per capelli naturali: la composizione

Nella maggior parte delle tinte naturali, le polveri sono miscelate con acqua molto calda e in certi casi con sostanze acide, come il limone oppure il caffè.

La crema da applicare poi sulla chioma deve essere un impasto dalla consistenza simile allo yogurt. In questo modo la tinta aderisce bene al capello, senza colare.

 

Il vantaggio delle tinture ecobio è che i pigmenti vegetali sono in grado di colorare i capelli senza aggredirli.

I colori naturali non irritano il cuoio capelluto e sono creati nel rispetto dell’ambiente.

Le tinture ecofriendly si possono acquistare in polvere oppure già pronte all’uso, dunque in crema.

Tra gli ingredienti naturali più utilizzata in assoluto nella colorazione vegetale vi è l’Hennè.

Quest’ultima crea bellissimi riflessi rosso mogano ed è ideale per i biondi a base ramata e scura. Gli ingredienti naturali, come la cassia e la camomilla, si utilizzano nelle tinture per creare riflessi biondo – dorati.

L’indigo è un altro colorante ricavato da una pianta nel sud dell’India. Le sue foglie contengono pigmenti dai toni blu-viola e si usa per basi brune e scure.

Come funzionano le tinte naturali sui capelli

La differenza sostanziale rispetto alle tinte chimiche è il modo in cui si «attacca» la nuance.

I colori per capelli naturali non possono penetrare nelle squame – come fa invece  l’ammoniaca – ma formano una guaina sopra la struttura del capello.

Per questo, le tinte eco friendly non rovinano i capelli, rendendoli aridi e secchi, ma li nutre.

Queste colorazioni donano morbidezza e lucentezza ai capelli, senza stressarli.

Per questo, i colori per capelli naturali sono più che una semplice tinta, ma un vero e proprio trattamento di bellezza.

 

colori per capelli naturali
Fonte Instagram @ revolution_style_napoli

Le tinte vegetali però non possono modificare il pigmento del capello esistente. 

Ciò significa che la schiaritura dei capelli scuri non si può fare, ma al massimo possono modificarne i riflessi.

Le tinte ecobio tuttavia coprono i capelli bianchi nelle tonalità desiderate.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here