Consigli beauty: un make up veloce per la pausa pranzo

Finalmente è primavera e con le prime giornate di sole torna la voglia di mangiare all'aperto. Ma come truccarsi in quest'occasione? Parola alla nota makeup artist Chiara Brambilla.

La makeup artist Chiara Brambilla @Courtesy Press Office

Di consigli beauty ne abbiamo sempre bisogno, soprattutto ora che la primavera è tornata e le belle giornate di sole sono l’occasione per pranzare fuori.

Sì perché questo è il periodo in cui i bar, i ristoranti riaprono i dehors e mangiare fuori all’aria aperta diventa un appuntamento fisso.

Consigli beauty: un make up da pausa pranzo

Tra la mattinata di lavoro che scorre veloce, ci si ritrova alla pausa o per un meeting di lavoro che è già ora di pranzo, ma come ritoccare il trucco per essere impeccabili?

È Gourmet Italia, società specializzata nella produzione di piatti pronti surgelati, che ha ideato una piccola guida del lunchtime make-up in collaborazione con Chiara Brambilla.

Chiara è una talentuosa make up artist per trucco cine-televisivo, fotografico e moda, che ci svela i segreti per un trucco veloce ma d’effetto.

Cosa portare in borsa

Il makeup da pausa pranzo è in realtà un trucco giorno che va bene per l’ufficio o per essere impeccabile fino a sera; Chiara Brambilla ci spiega quali sono i passaggi per valorizzarsi al meglio.

Per i consigli beauty si parte dagli accessori, le borse delle donne, si sa, possono contenere tante cose, ma quali sono gli “strumenti” da portare con sè?

I cotton-fioc,per esempio, sono fondamentali per rimediare ad eventuali sbavature così una confezione da viaggio di acqua micellare per eliminare il trucco in eccesso; meglio rimediare con prodotti specifici piuttosto che aggiungere.

Anche la crema viso è importante per l’idratazione della pelle, senza dimenticare il burro di cacao per le labbra, in entrambi i casi meglio se leggermente pigmentati. No a palette infinite che renderebbero la borsa ancora più pesante: mascara, matita per occhi, correttore, terra e blush è tutto quello che vi serve.

Non può mancare una piccola spazzola per tenere in ordine la chioma, magari con un piccolo specchio incorporato per tenere sotto controllo la situazione.

Consigli beauty
Foto: Shutterstock

Cosa evitare?

Che sia un pranzo tra colleghi o con un cliente, il contesto della pausa pranzo è molto particolare.

Meglio evitare un rossetto colorato perché rischiamo di mangiare anche quello insieme al piatto scelto e potrebbe lasciare macchie su bicchieri o sul tovagliolo per nulla eleganti! Anche gli ombretti andrebbero evitati, ricordate mai eccedere.

Chiara ci ricorda che in per valorizzare al meglio il viso e ottenere un makeup flawless c’è bisogno di tempo, cura e attenzione, in pausa pranzo l’unico passo falso da evitare l’effetto panda e l’effetto cerone.

Lunchtime make-up in 10 minuti

L’importante è scegliere i prodotti giusti, ecco perché una delle migliori armi a disposizione per rinfrescare l’incarnato è il correttore.

Una mattinata stressante o poche ore di sonno sono i nostri nemici, allora come scegliere il prodotto adatto? La nuance aranciata è l’ideale per coprire le occhiaie, per ottenere un buon risultato il correttore va applicato partendo dal condotto lacrimale e poi sfumato picchiettando per coprire le occhiaie.

Per ravvivare l’incarnato, Chiara consiglia di applicare un bronzer, la polvere leggermente colorata che garantisce un effetto naturale anche durante il giorno.

Per chi ha già una buona base di fondotinta dal mattino, basta applicare un blush nella nuance pesca che si adatta a tutti i tipi di incarnato, sfumandolo tra zigomo e occhio.

Gli occhi sono i protagonisti e anche per la pausa pranzo “il mascara non è mai abbastanza” afferma Chiara Brambilla. Da prediligere il total black che va applicato con tre passate, procedendo dal basso verso l’alto con movimenti a zig zag senza dimenticare le ciglia inferiori per uno sguardo più accattivante.

Nelle belle giornate non può mancare il tocco di colore grazie ad una matita per occhi da applicare sotto la palpebra inferiore. Via ai colori, tenendo presente le sfumature migliori per ogni tipo di occhio: il classico colore nero, invece, si consiglia per chi ha occhi grandi o tondi per garantire maggiore definizione.

Il tocco in più? Un’acconciatura, magari una coda alta, che metta in risalto il viso.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here