Economici, ecologici, tutto quello che c’è da sapere sui cosmetici solidi

Dite addio alle bottigliette e contenitori di plastica per i vostri prodotti beauty, i pro (e i contro) dei cosmetici non liquidi

I nostri prodotti di bellezza inquinano. Sono spesso contenuti in bottigliete di plastica difficilmente riciclabili. Il costo sull’ambiente è eccessivo per quel che riguarda creme, shampoo, balsami e deodoranti. Se per avere packaging environment-friendly ci vorranno degli anni, quello che possiamo fare è usare prodotti cosmetici solidi. Economici, ecologici sono un’ottima alternativa a creme e unguenti. 

Lanciati anni fa da marche come Lush, il trend dei cosmetici liquidi avrà una lunga durata anche e soprattutto perché sono comodi, buoni e fanno bene al nostro ambiente (e alle nostre tasche). Elle France ha dedicato un piccolo vademecum ai principali cosmetici solidi. 

Cosa sono i cosmetici solidi

Il cosmetico solido non possiede che una quantità limitata – o nulla – di ingredienti liquidi in un formato compatto. Dal sapone al dentifricio, passando per lo struccante e lo shampoo tutto ormai ha forma solida. Ottimi per i nostri beauty case e perfetti da portare in viaggio, i cosmetici solidi hanno bisogno di un vero e proprio savoir-faire e di molti test prima di trovare la formula perfetta. Uno svantaggio minimo di fronte ai numerosi vantaggi. L’italiano Alessandro Commisso, inventore di alcuni dei prodotti di Lush, ne elenca i vantaggi:

“Esistono pro per l’ambiente perché gli imballaggi non finisco fra i rifiuti. Abbiamo sempre più coscienza dell’impatto dei rifiuti in plastica sull’ambiente e qual è il nostro impatto legato ai nostri acquisti”. 

Prodotti beauty ed eco-sostenibili

Eliminare packaging dannoso per l’ambiente e acquistare prodotti di una durata ben più lunga di quelli liquidi sono due dei pro dei cosmetici liquidi. Si evita lo spreco e si risparmia: “Sviluppare prodotti solidi ci permette di produrre formule che non hanno bisogno di conservanti sintetici. Meno acqua vuol dire meno proliferazione dei batteri e alla pelle e ai capelli arrivano gli ingredienti naturali attivi nel modo più fresco possibile”.

Su uno speciale di The National Geographic sul costo delle bottigliette di plastica usate per i cosmetici sull’ambiente si sottolinea anche che usiamo materiali difficilmente riciclabili per commercializzare prodotti che sono quasi totalmente formati di acqua. Shampoo, creme e balsami hanno un’elevata quantità di acqua nei loro ingredienti perché quindi optare per una miriade di bottigliette di plastica?

Dai grandi brand al Do it Yourself

Inoltre i cosmetici che non usano acqua non hanno bisogno di conservanti e riducono il nostro impatto sull’ecosistema. Non solo come sottolinea una formatrice di Lush, Claire Maurice, spesso che alcuni ingredienti sono solidi come delle microplastiche. Un cosmetico solido non è necessariamente naturale, ma è stato lanciato sul mercato per essere il più green ed eco-sostenibile possibile.

Alcuni dei grandi nomi della cosmetica hanno già lanciato i loro primi cosmetici solidi, come Dior e Acqua di Parma. Il 40% dei prodotti di Lush sono solidi, non solo c’è anche la possibilità di crearsi il proprio cosmetico, ritornando all’essenza degli ingredienti si può approfittare dei benefici principali di alcuni prodotti. Esistono ricette per creare idratanti, struccanti, deodoranti… a casa tutto per riportare la semplicità e aumentare l’eco-sostenibilità nella nostra routine di bellezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here