Chi fa l’Albero di Natale in anticipo è più felice (lo dice la scienza!)

Fare l'Albero di Natale a novembre? Non è affatto strano, anzi: è sinonimo di maggiore felicità. A svelarlo è una ricerca scientifica.

Pexels

Il Natale fa bene al cuore, e non solo durante il periodo delle Feste. C’è chi si rasserena e rilassa al sol pensiero che il giorno più magico dell’anno stia per arrivare. Pensare al Natale, catapultarsi nell’atmosfera natalizia e respirarne la gioia è un toccasana per il nostro benessere psicofisico, e questo vero e proprio processo di guarigione dell’anima dai problemi di tutti i giorni passa anche attraverso le decorazioni. Fare l’Albero di Natale è terapeutico e approntarlo, addobbarlo e decorarlo a festa con molto anticipo è tutto fuorché una stranezza.

C’è chi prova una sensazione di ansia mista ad angoscia all’idea di vedere nel soggiorno di casa un Albero di Natale in ghingheri e chi, invece, tenendosi ben stretti i ricordi positivi legati alle Feste, farebbe l’Albero al primo accenno di autunno. Queste persone, secondo la scienza, sono più felici delle altre.
Come riportate da Business Insider, lo psicologo Steve McKeown ha spiegato:

Immergersi nell’atmosfera del Natale ci tiene in contatto con il bambino che è in noi. In un mondo di stress e ansia, la gente associa il Natale alla felicità. Le decorazioni sono un’ancora alle emozioni e all’eccitazione di quando eravamo piccoli.

Pare che, addirittura, il Natale migliori le relazioni con i vicini di casa. Appendere festoni e ghirlande alla porta avrebbe il potere di risanare le scaramucce con gli altri abitanti del vicinato. La magia del Natale, insomma, fa bene proprio a tutti.

E voi da che parte state? Avete già fatto il vostro Albero di Natale o rispetterete la tradizione di aspettare dicembre?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here