Essere felici è una scelta coraggiosa

Felicità
Foto di Pexels da Pixabay

La parola a Francesca Zampone, coach e direttore didattico di Accademia della Felicità

Quanto è importante non auto-sabotarsi per essere felici?

Direi che è fondamentale! Quando ci sentiamo insoddisfatti della nostra vita è perché stiamo dando importanza a cose che non dovrebbero averlo, o non la stiamo dando a quelle che invece possono determinare la nostra felicità. Se esaminiamo la nostra vita magari ci rendiamo conto che stiamo vivendo relazioni che ci fanno soffrire, che facciamo scelte di benessere non centrate, che mettiamo sempre al primo posto gli altri anziché noi stessi, o ancora che non sappiamo esprimere le nostre preferenze. Perché scegliamo di vivere così, auto-sabotandoci? Perché è più facile. So che può sembrare un paradosso, ma quando facciamo scelte di benessere per noi, quando sappiamo chi siamo e cosa vogliamo davvero, attiviamo un cambiamento profondo nella nostra vita. E il cambiamento spaventa le persone che ci stanno vicine. Perciò quando ci auto-sabotiamo lo facciamo principalmente per paura che i nostri cari non ci risconoscano più, che si allontanino da noi e non ci capiscano.

Come è possibile farlo?

Essere felici è una scelta coraggiosa: quando impariamo ciò che ci fa davvero bene, il meccanismo di prendere decisioni giuste per noi diventa automatico. Ma ci vuole allenamento, e anche disciplina. Bisogna imparare a fare scelte che siano buone per noi, cosa non semplice. Capita molto spesso infatti di scambiare per bisogni delle pulsioni, che invece ci servono a nascondere o a tamponare disagi di vario tipo. Essere consapevoli è il modo migliore per essere felici. A questo proposito consiglio sempre ai miei clienti un esercizio di coaching molto potente: la ruota della vita. Disegna su un foglio un cerchio e dividilo in otto spicchi, ciascuno dei quali corrisponde a un’area della tua vita. Ti consiglio: lavoro, amore, relazioni familiari, tempo libero, viaggi e passioni, salute, volontariato, spiritualità. Riempi con un colore diverso ogni spicchio, assegnando un punteggio da 1 a 10 a ogni livello di riempimento, per indicare il tuo grado di soddisfazione. Alcuni spicchi saranno pià pieni di altri. Per ogni area scrivi poi come vuoi sentirti da qui a un anno: in questo potrai stabilire i tuoi veri obiettivi e, di conseguenza, connetterti con i tuoi reali desideri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA