Perché piedi gonfi? È una domanda che ci facciamo spesso quando torniamo a casa dopo una lunga e faticosa giornata. Ma quali sono le cause di questo disturbo? Nella maggior parte dei casi si tratta della conseguenza di comportamenti errati reiterati nel tempo. I piedi gonfi, però, possono pure essere spia di patologie serie. Motivo per cui non è un disturbo da sottovalutare.

Perché piedi gonfi: le cause

Tale condizione è dovuta al ristagno di liquindi nel tessuto adiposo sottocutaneo, favorito da una serie di fattori. Come dicevamo, i piedi gonfi sono spesso la diretta conseguenza di comportamenti che assumiamo quotidianamente.

L’eccessiva sedentarietà, così come stare troppo tempo in piedi, l’utilizzo frequente di tacchi alti, jeans attillati, collant, scarpe strette e la scarsa attivatà fisica sono tutti fattori che possono provocare gonfiore ai piedi. Le manovre di intervento devono quindi puntare a modificare il nostro stile di vita, indirizzandolo verso caratteristiche più sane.

Perché piedi gonfi
Foto Instagram @verdianaverri

Tra le cause dei piedi gonfi possono però celarsi anche situazioni più serie. Come la presenza di patologie cardiache, vascolari, a carico dei reni o metaboliche. Pure il diabete, le infiammazioni articolari, la menopausa, la gravidanza, i piedi piatti, la fascita plantare, il fumo, l’obesità e un regime alimentare ricco di sale possono provocare il gonfiore agli arti inferiori.

Va da sé che, data la moltitudine di possibili cause, sia necessario più che mai il parere medico. L’autodiagnosi, nonostante possa rivelarsi l’interpretazione corretta, non è mai sufficiente.

Perché piedi gonfi: i rimedi per apportare sollievo

Quando i piedi gonfi sono legati allo stile di vita, e non a patologie serie, può essere sufficiente ricorrere ad alcuni semplici rimedi. Non fatevi ingannare dall’apparente banalità. Sono rimedi che, in assenza di complicazioni di tipo medico, possono liberarvi da tale disturbo. Ovviamente, se messi in pratica con una certa costanza.

Sollevate le gambe

Questo è sia un rimedio che un consiglio per prevenire i piedi gonfi. Se passate molto tempo seduti alla scrivania, che sia per lavoro o studio, ricorrete all’utilizzo di un poggiapiedi. La pedana ergonomica aiuta la circolazione e migliora la postura, con conseguenti effetti benifici su schiena, gambe e piedi. Per una sensazione di benessere generale. A fine giornata, o quando potete ritagliarvi un momento per voi, rilassatevi tenendo le gambe sollevate per almeno 20 minuti. Aiutatevi usando uno o più cuscini. Il sollievo sarà immediato.

Il pediluvio

È uno dei rimedi della nonna più noto e impiegato. Soprattutto d’estate, non c’è niente di meglio che poter immergere i piedi nell’acqua fresca. Sia per combattere le alte temperature che quella terribile sensazione di pesantezza e stanchezza alle gambe. Per essere ancora più efficace, usate per 15 minuti acqua tiepida e poi, per altri 15, quella fredda. L’aggiunta di due cucchiai di bicarbonato contribuirà a placare l’infiammazione e apportare sollievo.

Perché piedi gonfi
Foto Instagram @vitasanabogota

Massaggi

Ci viene spontaneo: quando sentiamo dolore, tendiamo a massaggiarci la parte interessata. Non c’è niente di sbagliato, anzi. Ancora meglio se utilizzerete una pallina da tennis, da far scorrere sulla pianta del piede per una decina di minuti. Tutti i giorni.

Idratazione

Bere almeno due litri di acqua al giorno è importante per combattere la ritenzione idrica. In questo modo si evita l’accumulo di liquidi e il gonfiore nelle zone predisposte, come addome, cosce, glutei e arti inferiori. Se vi risulta difficile bere così tanto, aiutatevi con le tisane. Contro i piedi gonfi può essere utile quella a base di equiseto, che è un potente diuretico naturale. Potete lasciar raffreddare la tisana e consumarla nell’arco della giornata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here