“Siamo in grado di fare qualsiasi cosa se spinti dalla determinazione”

Personal Trainer
Giorgia Cirulli, classe '83, ha lanciato il progetto HomefitHome nel febbraio 2019 per creare un servizio esclusivo di allenamento al femminile sia a domicilio sia online, su Skype o WhatsApp

Come nasce la tua passione per sport?

Diciamo che avendo un temperamento molto competitivo fin dai primi anni di scuola, per me, lo sport è sempre stato un momento dove poter dare il massimo in termini di prestazione fisica. Di sicuro è stato un modo per poter dare il meglio di me e mettermi a confronto con gli altri, ricercando l’eccellenza. Non mi è mai piaciuto essere mediocre o passiva. Vivevo e vivo tutt’oggi lo sport come disciplina determinante per superare i miei limiti, le mie paure e trasformare la fatica in pura energia. È bellissimo comprendere le proprie potenzialità sotto stress. La maggior parte delle donne rinunciano ancor prima di provare perché mettono avanti le difficoltà, le incapacità, ma è proprio quello il bello. Andare oltre la propria zona di comfort e scoprire che siamo in grado di fare qualsiasi cosa se spinti dalla determinazione.

Quando e con quale obiettivo hai creato il progetto HomefitHome?

HomefitHome nasce ufficialmente a febbraio 2019 con l’esigenza di creare un servizio esclusivo di allenamento al femminile sia a domicilio che online, su Skype o WhatsApp. Dopo anni di palestra e CrossFit ho sentito la necessità di dedicarmi al lavoro cucito su ogni singola cliente. Ho pensato che fosse importante far sentire le mie clienti davvero al centro dell’attenzione sotto ogni punto di vista e per questo mi sono concentrata sul lavoro personalizzato, quello attento ai dettagli e alle caratteristiche di ogni persona. Con la peculiarità di avere una personal trainer tutta per sé a casa oppure in videoconference. Per noi donne questo punto è fondamentale in una routine per la maggior parte fatta d’incastri tra figli, lavoro, impegni e stress. Inoltre siamo tutti troppo diversi fisicamente e con abitudini totalmente differenti che per ottenere risultati concreti e a lungo termine abbiamo bisogno di focalizzarci e farci seguire in maniera individuale. In breve tempo, vedendo il mio progetto prendere piede ogni giorno di più, ho pensato che volevo distinguermi da tutti gli altri miei colleghi, non volevo che il mio servizio parlasse solo di allenamento, volevo offrire qualcosa di più, volevo che fosse qualcosa davvero di nicchia e ho pensato di inserire fra le mie collaborazioni: una dietista, una psicoterapeuta e un’estetista. Sono diventate figure imprescindibili per raggiungere una determinata forma fisica. Con Homefithome educo le persone all’importanza dell’attività fisica, all’educazione alimentare, a ritrovare la motivazione e la consapevolezza di se stesse e perché no a prendersi cura del proprio corpo anche con l’aiuto di trattamenti estetici. Con la sinergia di tutti questi elementi riusciamo ad ottenere risultati pazzeschi, in sicurezza, grazie all’aiuto di veri professionisti del settore.

Quali sono oggi i tuoi progetti per il futuro?

Ad oggi posso dire di aver trovato il lavoro che “voglio fare da grande”, che mi realizza, anche se lascio ancora un piccolo spazio al sogno. Mi piacerebbe un giorno Homefithome possa spiccare il volo ancora più in alto, ma non aggiungo altro perché ci sto lavorando!

Giorgia Cirulli, classe ’83, ha un figlio di 8 anni. È sempre stata un animo intrepido e con tanta voglia di emergere, tanto è vero che per trovare la sua strada mi è sempre messa in gioco, affrontando davvero tanti momenti difficili, ma utili per aver forgiato il mio carattere e il forte senso di responsabilità che nutre verso gli altri. Ha un curriculum che spazia essenzialmente dal mondo dei beni di lusso alla finanza fino ad arrivare alle molteplici certificazioni sportive che negli anni ha ottenuto con grande dedizione. Forse dopo aver superato tante prove, tanti lavori diversi e anche viaggi lunghi lontano da casa ha capito quale fosse il suo ruolo, la mia missione. Il mestiere che ha scelto è la sintesi, il frutto, di tutte le esperienze che l’hanno arricchita nel tempo e le danno la possibilità di sentirsi produttiva e indispensabile per gli altri. Per essere un buon personal trainer non basta avere conoscenze accademiche, bisogna avere anche uno spiccato senso empatico, un carisma forte e motivante e la delicatezza di non oltrepassare i limiti della confidenza per rimanere sempre degli ottimi professionisti. Questo è quello che cerca di essere ogni giorno per le sue clienti.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA