“Ciò in cui si crede diventa realtà”

Carlotta Silvestrini
Carlotta Silvestrini è co-fondatrice e managing partner di RBHQ. Carlotta è consulente, docente e relatrice in tema di brand management ed economia comportamentale. Nel tempo si è specializzata in riposizionamento di marca (rebranding), materia oggetto sia della sua quotidianità professionale in RBHQ che del suo insegnamento universitario. In 14 anni di evoluzione professionale nel marketing strategico declinato trasversalmente su tutto il marketing digitale, Carlotta si impegna quotidianamente al fianco di aziende e brand per fare collimare la loro identità i con i bisogni del pubblico, perseguendo un modello di mercato in cui ogni azienda ha il suo posto in modo meritocratico

Mi ha colpito questa tua frase “Un prodotto straordinario comunicato male è un prodotto che di fatto non esiste, perché non può avere un mercato che lo recepisca come risposta ai suoi bisogni”. Come declini questo concetto nella tua professione? Qual è il “segreto” per rispondere alle esigenze dei brand?

Forse la strada più semplice per comprendere questo concetto è smettere di parlare di prodotti e iniziare a parlare di “prodotti cognitivi”, cioè l’insieme tra le caratteristiche diciamo primarie (forme, colori, ecc…) e quelle percepite. Quindi va da sé che non possiamo limitarci a considerare efficace o vendibile un prodotto solo perché è qualitativo o funzionale al soddisfacimento di un bisogno, caratteristiche che vengono recepite solo dopo il primo utilizzo. Soprattutto se il prodotto è nuovo o esistente ma poco performante sul mercato, bisogna lavorare su tutta la parte di “intangibile” al fine di creare un prodotto cognitivo. Nella mia professione, è proprio la ricerca e struttura di questi asset intangibili che diventa punto cardine per rispondere alle esigenze dei brand.

Sei co-fondatrice di RBHQ, giovane realtà 100% italiana con sede a Bologna, nata nel 2019, che opera nell’ambito della consulenza strategica alle imprese. RBHQ si definisce “un generatore di seconde chance per rilanciare brand che diventano fiorenti e indimenticabili” e lavora fianco a fianco con le aziende per accompagnarle in un percorso di crescita disciplinata grazie a un approccio che rapporta le variabili più logiche e numeriche a quelle della gestione degli asset intangibili della psicologia del consumo. Puoi parlarcene?

Quando non ci conoscevamo ancora, sia io sia i miei soci avevamo identificato con grande lucidità i punti di debolezza della consulenza standard. Normalmente ci sono società di consulenza molto verticali su una sola materia. O fanno brand, o fanno finance, ecc… quindi alla fine si tende a vendere ciò che si ha dimenticando che le variabili per esempio numeriche devono andare di pari passo con quelle legate al percepito e viceversa. Il tutto poi va declinato dal punto di vista operativo, per non lasciare il cliente da solo con un mazzo di scartoffie ben confezionate e piene di idee. Per noi questo significa disciplina. Coniugata in tanti modi diversi: disciplina da parte nostra nel guardare con serietà la situazione dell’azienda cliente, disciplina nel suggerire metodi risolutivi efficaci, disciplina nell’assicurarsi di dare strumenti esecutivi.

Quali sono oggi i suoi progetti come donna e imprenditrice?

Voglio continuare a essere sia una donna, con tutto quello che comporta in termini di famiglia e affetti e imprenditrice, senza che una parte tolga qualcosa all’altra, per quanto possibile. Mi piacerebbe se RBHQ diventasse un punto di riferimento non solo come società di consulenza, ma anche come approccio e modalità genuina di operare affinché il consulente torni a essere ciò che deve rappresentare per l’azienda, cioè un punto di riferimento onesto e competente, in grado di accompagnare verso il successo. Ci credo davvero. E ciò in cui si crede in genere diventa realtà.

Carlotta Silvestrini è co-fondatrice e managing partner di RBHQ. Carlotta è consulente, docente e relatrice in tema di brand management ed economia comportamentale. Nel tempo si è specializzata in riposizionamento di marca (rebranding), materia oggetto sia della sua quotidianità professionale in RBHQ che del suo insegnamento universitario. In 14 anni di evoluzione professionale nel marketing strategico declinato trasversalmente su tutto il marketing digitale, Carlotta si impegna quotidianamente al fianco di aziende e brand per fare collimare la loro identità i con i bisogni del pubblico, perseguendo un modello di mercato in cui ogni azienda ha il suo posto in modo meritocratico. Grande appassionata di motori, Carlotta vive a Bologna ed è mamma di una bimba di 9 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA