Come funzionano le lampade solari: tutto quello che c’è da sapere

Siete curiose di scoprire come funzionano le lampade abbronzanti? Scopriamolo insieme.

Come funzionano le lampade solari
Photo Credits: Shutterstock

L’abbronzatura è sinonimo di bellezza, per cui avere un bel colorito sano ed uniforme è certamente un pregio a livello estetico. Per questa ragione, il numero di persone che oggi ricorre all’uso delle lampade solari è sempre più in aumento. Il motivo è presto detto, con le lampade è facile abbronzarsi più velocemente.  Ma come funzionano le lampade solari? Se siete curiose di conoscere tutto quello che c’è da sapere su queste attrezzature estetiche, non vi rimane che continuare a leggere.

Cos’è una lampada solare

Le lampade solari sono delle apparecchiature che riproducono i raggi UVA e UVB, con lo scopo di abbronzare l’epidermide. Si ricorre alle lampade quando si vuole eliminare quel colorito spento, che ci ha accompagnato per tutto l’inverno.

Ovviamente, quando ci si sottopone a questi trattamenti bisogna prendere delle precauzioni per proteggere la pelle da eventuali danni, come rughe e arrossamenti.

Quindi, non dimenticate l’importanza dell’idratazione cutanea, con creme specifiche e nutrienti.

Come funzionano le lampade solari
Photo Credits: Shutterstock

Tipologie di lampade abbronzanti

Le lampade solari non sono tutte uguali. Oltre alla classica distinzione fra lettino solare, doccia e lampada facciale, bisogna differenziare le lampade ad alta pressione da quelle a bassa pressione.

Lampade ad alta pressione

Le lampade ad alta pressione sono quelle che emanano raggi UVA molto forti e, di conseguenza, sono caratterizzate da un filtro blu che funziona come schermo protettivo per la pelle.

Proprio perché sono molto potenti, il tempo di esposizione a queste lampade va dai 10 a un massimo di 40 minuti.

Lampade a bassa pressione

Le lampade a bassa pressione sono prevalentemente i lettini e le docce solari. Si tratta di macchinari che emanano raggi UVB attraverso dei neon.

Come funzionano le lampade solari

Come prima cosa bisogna sapere che questi macchinari, ormai sempre più innovativi, emanano raggi ultravioletti il cui compito è quello di stimolare la produzione di melanina, ossia la sostanza presente nel nostro corpo che ci permette di abbronzarci.

Che differenze c’è con i raggi del sole? Rispetto al sole, dal quale riceviamo la stessa quantità di raggi UVA e UVB, con le lampade solari possiamo avere una maggiore quantità dei primi rispetti ai secondi.

I raggi UVA sono quelli che riescono a penetrare nell’epidermide, ma che purtroppo hanno un potere abbronzante più basso rispetto agli UVB. Per tale motivo, nelle lampade solari gli UVA vengono utilizzati ad alta intensità e, solitamente, questo può provocare dei danni alla pelle, come rughe e invecchiamento precoce.

Quindi, se volete ricorrere alle lampade il nostro consiglio è quello di farne un uso misurato e non eccedere con il numero di sedute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here