Sono belli e comodi ma tendono a sporcarsi facilmente. Essendo molto delicati, è importante sapere come pulire sandali di cuoio. Sono molteplici i fattori che possono sporcare le nostre calzature, per questo, prima di iniziare con la pulizia, è necessario appurare la natura delle macchie. Sopratutto quando si tratta di sandali di cuoio, che tendono a presentare, con l’utilizzo, segni e alterazione nel colore. Scopriamo insieme, con la seguente piccola guida, come pulire sandali di cuoio.

Come pulire sandali di cuoio: i rimedi più efficaci

La prima regola, la più importante, in merito alla pulizia del cuoio è: evitare il contatto diretto e prolungato con l’acqua. Nessun lavaggio in lavatrice né ammollo, quindi. L’acqua danneggerebbe irrimediabilmente le vostre calzature. Come fare, quindi, per far sì che i nostri bei sandali tornino ad essere puliti? Le soluzioni a secco (o quasi) esistono.

Innanzitutto, bisogna capire cosa li ha sporcati. Se non si tratta di vera e propria sporcizia bensì semplici alterazioni a cui sono particolarmente esposte queste calzature, basterà lucidarle. Oppure potete usare una soluzione di acqua e aceto. Non dovete immergere i sandali né impregnarli. La soluzione va tamponata delicatamente sulle superficie delle scarpe.

come pulire sandali di cuoio
Foto Instagram @sandali_shop_ostuni

Come procedere

Se si tratta di macchie piccole e non difficili da eliminare, sarà sufficiente impiegare il detersivo per i piatti o sapone liquido delicato. Meglio evitare le saponette, che hanno un ph più acido del cuoio e potrebbero quindi rovinarlo.

In presenza di macchie più ostinate, come fango, olio o vino, dovrete agire tempestivamente. Il consiglio principale su come pulire sandali di cuoio è quello di non aspettare. Le macchie, col passare del tempo, diventeranno sempre più ostinate, e potrebbe non essere più possibile eliminarle. Agite per tempo.

Per prima cosa, spazzolate i sandali con una spugna o uno spazzolino. Con estrema delicatezza, mi raccomando! In modo da eliminare le parti solide, come pezzi di terra. Dopodiché, versate qualche goccia di detersivo o sapone liquido su un panno inumudito. Passatelo sulle scarpe, senza impregnarle, e massaggiate delicatamente per eliminare lo sporco. “Risciacquate” con un panno umido. È importante che eliminiate sia lo sporco che i residui di sapone. Concludete le operazioni di pulizia lasciando asciugare le calzature all’aria.

Se si tratta di macchie unte, pretrattatele con borotalco o amido di mais, da applicare sulla zona interessata e lasciate agire per una notte. Poi procedete come spiegato nelle righe precedenti.

Come pulire sandali di cuoio dal sudore

Il sudore può macchiare i sandali e scatenare cattivi odori. A tal proposito, potete impiegare il bicarbonato di sodio. Mettete i sandali in un sacchetto richiudibile, aggiungete il bicarbonato (in abbondanza) e lasciate agire per svariate ore. Per ottenere un risultato più profumato, unite qualche goccia di olio essenziare. Non sulle scarpe ma nel bicarbonado prima di versarlo nel sacchetto.

come pulire sandali di cuoio
Foto Instagram @alborada_uas

In alternativa, al posto del bicarbonato potete usare la lettiera per gatti. Meglio ancora se quella profumata. Riempite dei calzini o dei vecchi collant (solo nella parte del piede) con una manciata di lettiera, infilateli nei sandali e lasciate in posa per una notte.

I cattivi odori possono provenire dalle solette, per questo è importante sostituirle. Se non sono removibili, rivolgetevi a un calzolaio.

Come stumento di prevenzione contro germi e conseguenti odori sgraditi, si consiglia di usare uno spray deodorante arricchito con antibatterico, da spruzzare sulle scarpe. Meglio se a fine giornata, in modo che vi sia tutto il tempo per agire e asciugarsi, prima che indossiate nuovamente le scarpe.

Consigli

In conclusione, non esagerate con la pulizia. Non trascurate le vostre calzature ma non agite nemmeno in senso opposto, o rischierete di danneggiarli. Riducete al minimo l’uso dell’acqua, siate delicati e rimuovete subito lo sporco più evidente. Per il resto, non preoccupatevi, i sandali di cuoio tendono ad assumere naturalmente quell’aspetto da scarpa “vissuta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here