Timothée Chalamet, classe 1995, è la giovane stella del cinema internazionale. Protagonista della toccante storia di amore omosessuale di Chiamami col tuo nome, film diretto dal regista Luca Guadagnino.

Da diversi mesi  “l’Elio di Call me by your name” sta vivendo il suo momento d’oro. Viene acclamato da critica e pubblico per la sua bravura attoriale, e grazie a due film attesissimi del 2017 di cui è protagonista. Quello diretto dal regista di Io sono l’amore, e a Lady Bird di Greta Gerwig, nel quale interpreta Kyle Scheible, il ragazzo che riesce a sedurre la protagonista.

Timothée Chalamet prende le distanze da Woody Allen

Timothée Chalamet
Fonte Instagram @tchalamet

Nei giorni scorsi si è diffusa la notizia che l’attore, ex fidanzato della figlia di Madonna  Lourdes Leon, avrebbe preso le distanze dal regista di Match Point. In seguito alle nuove  accuse di molestie sessuali mosse contro Allen da parte della figlia adottiva Dylan Farrow. 

Timothée avrebbe scelto di destinare i compensi del film “A Rainy Day in New York”, diretto dal regista statunitense, al movimento Time’s Up.

Il ruolo di Elio nel nuovo film di Luca Guadagnino

In Chiamami col tuo nome, che arriverà al cinema nella prossima settimana (il 25 gennaio), etichettato dal mondo degli esperti della settima arte come “un piccolo capolavoro”, Chalamet è Elio Perlman. Un ragazzo italiano, che adora leggere, trascrivere musica, e suonare il piano. Vive con due genitori meravigliosi e comprensivi nel Nord Italia.

Il plot, ambientato negli anni ’80, è costruito attorno a una passione fisica, e a un’intesa travolgente e mentale, che sboccia presto tra i due.

L’italiano (Chalamet) è rapito sin da subito dall’intelligenza e dal savoir-faire dell’americano Oliver, un disinvolto studente universitario (Armie Hammer) che sta lavorando al dottorato con suo padre.

Film Critics Association Award
Timothee Chalamet, Laurie Metcalf, Greta Gerwig e Saoirse Ronan ai Golden Globes 2018

“Oscar inglesi”: una vittoria di Luca Guadagnino?

Dopo la delusione di Los Angeles, e le nuove nomination per il film di Guadagnino ai Bafta 2018 l’attesa è tanta.

Il nostro Paese sta tifando per Luca Guadagnino. Ma potremo scoprire solo domenica 18 febbraio se Call me by your name sarà davvero uno dei vincitori della notte degli Oscar inglese.

Nel 2017 il giovane attore ha ottenuto la vera celebrità

Solo nel 2017 Timothée, il quale sembra essere nato per fare questa carriera, ha ottenuto la vera celebrità. Grazie al ruolo in Lady Bird e, come detto, a quello nel film di Luca Guadagnino.

Le performance di Chalamet sono state giudicate positivamente da gran parte della critica mondiale. Ad esempio, Olly Richards, del periodico Empire, ha scritto eloquentemente che l’attore è tanto bravo da «fa sembrare che tutti gli altri stiano recitando». Mentre il New York Times ha inserito il suo nome nella rosa dei 10 migliori attori dell’anno.

Nel prossimo film Timothée sarà un ragazzo tossicodipendente, Nic Sheff in Beautiful Boy di Felix Van Groeningen che uscirà nel 2018.

Guadagnino: «Chalamet è un kamikaze, con grande saggezza»

Timothée Chalamet
Timothee Chalamet e Luca Guadagnino

È davvero interessante scoprire cosa ha dichiarato il regista che ha diretto l’attore in Chiamami col tuo nome. Si fa riferimento a una intervista rilasciata a Chris Beachium.

 «Ho avuto il privilegio di incontrare Timothée quando ero un produttore di questo film e non abbiamo mai incontrato nessun altro, perché lo abbiamo incontrato e abbiamo detto: “Oh mio Dio, è fantastico”. Ho capito immediatamente l’ambizione di Timothée di essere un grande attore. La sua fame di prestazioni, la sua ingenuità come essere umano, tutti quegli elementi erano così grandi e forti per il ruolo, che quando sono diventato regista, sono stato d’accordo con la scelta dei produttori e abbiamo continuato a lavorare con lui.

Sono stato sorpreso ogni giorno da Timothée in termini di prestazioni. Penso che Timothée faccia scelte sempre al di fuori del centro, eppure sono così pregnanti di significato. […] Timothée è una specie di kamikaze, con grande saggezza».

Io, che ho visto il film in anteprima, confermo ogni parola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here