La curcuma fa benissimo, benefici e virtù dello zafferanno delle Indie

Dal fegato alla gola, passando per lo stomaco e la pelle: questa spezia coloratissima è un toccasana per la nostra salute... e non può mancare nei nostri piatti

La curcuma è una spezia che viene da molto lontano, ma fa benissimo al nostro organismo… e arricchisce i nostri piatti. La troviamo spesso in piatti asiatici e indiani, ma può anche essere usata da sola. Questa volta lasciamo da parte le ricette e parliamo dei benefici di questa spezia. Spesso si usanoper dare sapore o colore ai nostri piatti, ma hanno anche delle qualità e aiutano il nostro organismo. 

Marie Claire France ha raccolto tutte le virtù della curcuma, una fra tutte: aiuta la digestione. Ovvio non si sostituisce ai farmaci, ma la curcuma ha delle qualità e possono aiutarci, anche se non si sostituisce ai farmaci. La sua principale azione avviene sul fegato, la curcuma è un epatoprotettore: se abbiamo dei dolori dopo aver esagerato col pranzo o i primi sintomi del mal di stomaco, basta aggiungerne un po’ sulla nostra insalata o nel nostro brodo di pollo. Con questo aiuteremo il nostro fegato a riprendersi dai suoi eccessi, la curcuma aiuta anche a eliminare le tossine.

Bastano solo 3 grammi… per curare ulcere ed è ottima anche per la gola

Bastano tre grammi di curcuma al giorno per accelerare la guarigione di ulcere gastro-intestinali e ridurre l’acidità gastrica. È efficace anche per le malattie legate alla malattia di Crohn e la sindrome dell’intestino irritabile. La curcuma è anche un anti-infiammatorio naturale e aumenta il suo potere se aggiunga al pepe e allo zenzero. Così può anche aiutare alla guarigione di alcune di alcune patologie dei otorinolaringoiatria, inoltre diminuisce le conseguenze negative legate all’influenza, a otite e raffreddore, attenuando anche il mal di gola. La curcuma aiuta anche le patologie respiratorie croniche come l’asma.

Non solo fegato e anti-infiammatoria, la curcuma aiuta anche i dolori articolari agendo sull’artrosi, l’artrite e i reumatismi. Ha anche un’azione su tendiniti e dolori muscolari. In Paesi dove il consumo di questa spezia è alto, India e Sri Lanka, è stato osservato che il cancro era meno frequente, altri studi mostrano che potrebbe abbassare i rischi del cancro, ma si deve avere una ottima igiene e una vita salutare.

Ottima per la circolazione e la pelle

Un’altra delle sue caratteristiche è che aiuta la nostra circolazione sanguigna, come sappiamo il sangue trasporta la maggior parte delle sostanze nutritive e l’ossigeno ai differenti organi. Associata con ilginseng, la curcuma impedisce l’attivazione del cattivo colesterolo e diminuisce la sua quantità nel sangue ed è un’ottima notizia per il nostro sistema cardiovascolare. Se mettiamo la curcuma nei nostri piatti si colorano d’arancione e le tossine circolano meglio e la pelle è più purificata. È perfetta per chi soffre di eczemi, o di problemi cutanei o ha la pelle secca, come la demartosi squamosa.

Oltre le numerose virtù, la curcuma ha anche una serie di nutrimenti essenziali per il nostro organismo: le sue fibre aiutano la digestione ed è molto ricca in potassio, magnesio, calcio e minerali. E contiene moltissima vitamina C e B3 e dunque ottima per aumentare le nostre energie e rafforzare il nostro sistema immunitario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here