“Essere eclettica credo sia un mio pregio”

Isabella Potì
Isabella Potì è Head Chef del ristorante Bros'. Isabella inizia la sua esperienza in pasticceria moderna e classica con Floriano Pellegrino. Continua le sue esperienze professionali alla corte dello chef Cloude Bosi a Londra e dallo chef basco Martin Berasategui. Nel 2016 lavora in pasticceria dallo chef Paco Torreblanca e si aggiudica il premio Chef Emergente Sud, Luigi Cremona. Nel 2017 è nella lista di Forbes 30 Under 30 nella categoria Art. È considerata una delle dieci donne più influenti della cucina italiana e nominata una delle 20 pastry chef migliori per Gambero Rosso

Sei nata nel 1995 a Roma da madre polacca e padre leccese: cosa hai imparato da loro e come hanno influenzato il tuo approccio alla cucina?

Il mio amore per la cucina nasce in parte in Polonia, quando da piccola durante le vacanze osservavo la mia nonna materna in cucina e nel suo orto e mio nonno, invece, durante la raccolta dei funghi nel bosco o nella camera per le affumicature. Il legame alla natura di quegli anni mi è rimasto nelle vene e da subito ho voluto cimentarmi nel mondo della cucina partendo dai dolci, ma ammetto che all’inizio non ero poi così brava, tutto sommato il primo dolce lo avrò fatto a 7 anni. I miei genitori mi hanno da sempre lasciata libera di scegliere. Non vengo da una famiglia di cuochi, di sicuro l’amore per il cibo non è mai mancato, come l’attenzione per le materie prime da portare in tavola. In Salento, con gusti concentrati e saporiti; mentre in Polonia con le fermentazioni e l’affumicato. Vivevo la natura nuda e cruda; nell’orto per esempio, i miei nonni materni producono di tutto: miele, conserve di ogni genere. Mio nonno faceva parte della guardia forestale, e conosce i boschi come le sue tasche, da lui ho imparato a conoscere meglio moltissime cose e ricorderò per sempre il sentore di affumicato che veniva fuori dalla carne di cinghiale che lui stesso procurava e affumicava.
Sentori che sono cresciuti nella mia memoria gustativa scontrandosi con il mio palato cresciuto nel caldo Salento, negli anni sono ritornati utili anche nel mio lavoro.

Quali erano i tuoi sogni da bambina? Sei diventata la donna che volevi essere?

Da bambina sarei voluta diventare una donna in grado di raggiungere i propri sogni, qualunque costo essi comportassero. Ho viaggiato, ho conosciuto la solitudine, ma anche moltissime persone da ogni parte del mondo. Ho messo alla prova me stessa, non solo nelle migliori cucine d’Europa, ma anche grazie alla mia attitudine, la mia forza espressiva che non passa solo dalla cucina, ma dall’essere me stessa a 360 gradi senza nascondermi solo dietro alla giacca da chef, ma mettendomi alla prova in tutte quelle che sono le mie passioni. Essere eclettica credo sia un mio pregio.

Qual è la tua ricetta di comfort food e perché?

In casa cucino sempre io, mi rilassa e mi fa sentire di prendermi cura di me stessa e delle persone che amo. Sono molto vicina alla cucina vegetariana, per questo le mie ricette casalinghe hanno molto di semplice, pochi elementi, sapori nitidi. Comfort food per me non è da accostare a qualcosa di necessariamente goloso, comfort per me è un giusto equilibrio tra qualcosa di sano in struttura e bello alla vista: potrebbe essere un centrifugato, una cicoria a crudo con un filo d’olio, gli spaghetti con fagiolini cucinati da Roots, la nostra trattoria al forno a legna.

Isabella Potì è Head Chef del ristorante Bros’. Isabella inizia la sua esperienza in pasticceria moderna e classica con Floriano Pellegrino. Continua le sue esperienze professionali alla corte dello chef Cloude Bosi a Londra e dallo chef basco Martin Berasategui. Nel 2016 lavora in pasticceria dallo chef Paco Torreblanca e si aggiudica il premio Chef Emergente Sud, Luigi Cremona. Nel 2017 è nella lista di Forbes 30 Under 30 nella categoria Art. È considerata una delle dieci donne più influenti della cucina italiana e nominata una delle 20 pastry chef migliori per Gambero Rosso. Anche Isabella, oltre a svolgere il lavoro di chef all’interno del ristorante, realizza consulenze per privati e aziende in campo gastronomico.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA