L’importanza di dare “valore” al cibo

Coronavirus
Photo Credit: Pixabay/Oldmermaid

Questo momento di emergenza può essere visto come opportunità per tornare a scoprire la manualità e a cucinare da soli o in famiglia?

Assolutamente si! Sono sempre stata dell’idea che cucinare è un atto di amore e attenzione per sé stessi e per gli altri, a partire dalla scelta degli alimenti, alla cura nella preparazione e presentazione di ciò che ci nutre. Credo che, mai come in questo momento, abbiamo l’opportunità di metterci in gioco e dedicarci del tempo per preparare cibi fatti da noi, curando ogni particolare, da una tavola “allegra” colma di attenzione e dialogo. Attenzione un po’ persa con la frenesia dei tempi moderni che però, oggi sono utili a tenere alto l’umore fra le mura di casa! Troppo spesso sento pazienti che mi dicono che, al rientro dal lavoro, addirittura mangiano in piedi o di fretta davanti la tv. Ecco un altro consiglio: spegnete la tv e mettete da parte i cellulari! Durante i pasti, anche se siete da soli, date “valore” al cibo che vi nutre, è un altro modo per prendervi cura del vostro benessere. Occupandomi di nutrizione infantile la cosa che consiglio è: coinvolgete i vostri bambini sin dalla più tenera età in cucina, i benefici sono innumerevoli: un maggior coinvolgimento emotivo, uno sviluppo della loro indipendenza e delle funzioni esecutive, li aiuterà a superare l’avversione o la diffidenza verso alcuni cibi (le verdure in primis), per sviluppare la loro (e la vostra) creatività, è un modo per arricchire il loro vocabolario ma anche per applicare la matematica. E in questo periodo difficile, è un antidoto antinoia! Preparate insieme biscotti, merende sane, focaccine, decorate insieme; Mangerete meglio e creerete sinergie familiari che sicuramente rimarranno nel tempo.

Sandra Ciaramitaro è biologa e nutrizionista. Laureata in scienze biologiche a indirizzo ecologico, dopo numerose esperienze in campo naturalistico in Italia e all’estero, inizia un nuovo percorso di formazione nell’ambito della nutrizione conseguendo una seconda laurea in Alimentazione e Nutrizione Umana presso l’Università Statale di Milano. Svolge la sua attività di consulenza e didattica in educazione alimentare attraverso corsi di educazione alimentare, laboratori di cucina genitori e bambini, in contesti multiculturali a Milano, volti non solo alla prevenzione dell’obesità infantile ma al prendersi cura sia del corpo che della sfera affettiva – relazionale con gioia. (www.facebook.com/BiologaNutrizionistaSandraCiaramitaro)

© RIPRODUZIONE RISERVATA