Tutti possono fare la differenza

Riccardo Bocca
Riccardo Bocca è nato a Milano il 13 novembre 1964. Esperto di media, temi sociali e questioni ambientali, ha scritto numerosi saggi e romanzi lavorando nel tempo come inviato speciale, caporedattore e critico televisivo de L’Espresso. Su Rai3 ha condotto il programma Quel gran pezzo dell’Italia: era già tutto scritto ma ci eravamo distratti. È stato inoltre vicedirettore del canale all news SkyTg24, dove ha condotto la trasmissione Hashtag24, l’attualità condivisa. Opinionista presente in radio e tv, tiene sui social network un costante dialogo con il suo pubblico. Lo scorso 16 luglio è uscito il suo libro "La Terra siamo noi. Storie e persone per salvare il nostro futuro". Photo Credit: Ariane Benedikter

Lo scorso 16 luglio è uscito il suo nuovo libro “La Terra siamo noi. Storie e persone per salvare il nostro futuro”. Come mai ha scelto di scriverlo?

Ho scritto questo libro per raccontare come ciascuno di noi possa contribuire giorno dopo giorno alla tutela del pianeta. Volevo ricostruire, senza retorica o sensazionalismo, le dinamiche umane e sociali di otto connazionali che hanno saputo fare la differenza su questo fronte grazie alla loro intelligenza e voglia di intervenire. Il risultato non è un volume ambientalista che si rivolge soltanto agli ambientalisti, ma l’avventura emozionante di uomini e donne tra loro differenti per età ed esperienze in cui è facile immedesimarsi. Io per primo l’ho fatto e ho imparato quanto sia appagante modificare in meglio il proprio stile di vita.

Qual è il messaggio che vuole dare ai suoi lettori?

Invito i lettori a credere in loro stessi e nella capacità quotidiana di opporsi agli scempi che noi umani riserviamo alla Terra. Dico a chi si troverà tra le mani questo libro: non aspettare che si muovano gli altri. Difendi ciò che ti sta a cuore e dedica il giusto tempo a documentarti su quale sia la soluzione più efficace per farlo. L’ignoranza è il primo nemico da sconfiggere: un autogol che rischia di pregiudicare la libertà dei nostri i figli, i quali per fortuna hanno una maggiore dose di lungimiranza. Non a caso alcuni tra i protagonisti di “La Terra siamo noi” sono under trenta al tempo stesso solidi e romantici.

Il libro contiene “otto storie dei donne e uomini decisi a salvare il mondo. Un passo alla volta, un giorno dopo l’altro, per fare la differenza. Vite speciali di persone normali”. Perché sono proprio le persone normali che potranno fare la differenza per il nostro futuro?

Spesso si confonde la normalità con la mediocrità, concetti tra loro estranei. Essere normali significa non inseguire modelli di comportamento estremi e ostici da realizzare, ma perseguire con caparbietà quello che davvero si può portare a termine. Tanto è potente il valore evocativo di figure come Greta Thunberg, in grado di sensibilizzare il mondo intero sul disastro ambientale in atto, quanto è fondamentale l’intervento “normale” alla portata di ciascuno di noi. Basta vincere la pigrizia che, in questo caso, può costarci cara.

Come è possibile passare il testimone alle nuove generazioni o crede che in realtà sia già stato passato?

C’è un filo rosso che lega le generazioni del passato e del presente a quelle che si sporgono sul futuro: si chiama consapevolezza. Uno strumento cardine per opporre a chi offende la natura con scelte miopi la cultura del rispetto. È un discorso che vale per la salvaguardia del pianeta ma anche per molti altri fronti sensibili. I giovani lo sanno, hanno iniziato a fare sentire la loro voce e meritano la fiducia di chi – come me – proviene da una stagione storica che ha fatto il possibile per peggiorare le cose.

Riccardo Bocca è nato a Milano il 13 novembre 1964. Esperto di media, temi sociali e questioni ambientali, ha scritto numerosi saggi e romanzi lavorando nel tempo come inviato speciale, caporedattore e critico televisivo de L’Espresso. Su Rai3 ha condotto il programma Quel gran pezzo dell’Italia: era già tutto scritto ma ci eravamo distratti. È stato inoltre vicedirettore del canale all news SkyTg24, dove ha condotto la trasmissione Hashtag24, l’attualità condivisa. Opinionista presente in radio e tv, tiene sui social network un costante dialogo con il suo pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA