peso in gravidanza
Foto: Getty Images

Durante il periodo della gravidanza la madre aumenta di peso. Si tratta di una evidenza assolutamente naturale. Perfino ovvia. Non altrettanto ovvia, però, è la considerazione sua quanto sia corretto controllare l’aumento del peso in gravidanza della madre e se tale aumento, quando eccessivo, possa essere portatore di problemi o rischi sia per la gestazione che per la salute del nascituro.

Il tema è stato fino ad oggi piuttosto controverso. La “vecchia scuola” – quella supportata dalla saggezza popolare – ha sempre considerato lecito un aumento di peso anche importante durante la gravidanza, a motivo della necessità di “nutrire” anche il bambino. Senza considerare tale situazione come pericolosa o problematica. Per contro, un filone più “moderno” della ricerca ha messo in guardia contro gli effetti negativi che tale aumento potrebbe avere.

Ora, una studio effettuato dall’Ospedale Mount Sinai di Toronto, in Canada, e pubblicato sulla prestigiosa rivista di settore Jama Pediatrics, sembra avere trovato una effettiva correlazione fra l’aumento di peso della madre e quello del bambino in grembo.

Peso in gravidanza: i criteri della ricerca

Occorre subito precisare che non stiamo parlando dell’importanza di un’alimentazione equilibrata e ricca di tutte le sostanze nutritive necessarie alla gravidanza. Ma proprio del peso in gravidanza in sé, anche se “provocato” da alimenti sani e salutari.

peso in gravidanza
Foto: Getty Images

Lo studio in questione è stato effettuato coinvolgendo oltre 1.100 donne scelte in un preciso contesto ambientale comune, la regione cinese dello Liuyang. Questo per evitare che fattori esterni ed eventuali differenze fra i soggetti potessero portare a risultati diversi o distorti. Alle future mamme partecipanti è stato tenuto sotto puntuale controllo il peso durante tutto il periodo della gravidanza. Mentre a tutti i piccoli è stato misurato il peso per cercare correlazioni.

Peso in gravidanza: i risultati

I risultati sono stati piuttosto chiari e sorprendenti. Esiste una correlazione diretta fra l’aumento del peso della madre ed il peso del bambino alla nascita, ma solo relativamente alle prime diciotto settimane di gestazione.

I risultati hanno infatti evidenziato come per ogni chilo guadagnato dalla madre in questo periodo della gestazione, il peso del bambino alla nascita sia aumentato di oltre 13 grammi. Ancora più incidente la correlazione nella fascia dalle 14 alle 18 settimane di gravidanza. Il coefficiente, infatti, per questo lasso di tempo sale fino 26,1 grammi in più per ogni chilo di aumento del peso materno. Trascorsa la diciottesima settimana, invece, sembra non esserci più alcuna correlazione fra i due indicatori.

Appare quindi evidente il fatto che sia importantissimo controllare il peso nelle prime fasi della gravidanza perché sono quelle più incidenti. L’eccesso di peso della madre può infatti portare nel bambino un eccesso di elementi quali gli aminoacidi ed il glucosio che possono poi portare all’insorgenza di futuri problemi metabolici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here