Come si combatte il cyberbullismo? Parla lo psicologo: ‘Recuperiamo la lentezza’

Lo psicologo Flavio Cannistrà dà qualche consiglio su Voilà magazine per risolvere i gravi problemi dell'odio online e del cyberbullismo.

cyberbullismo
Pixabay

Voilà magazine – disponibile in formato digitale qui per Android e qui per Apple – si è occupato, nel numero di febbraio 2020, della pericolosità dell’odio verbale, grazie al contributo e all’intervento di Flavio Cannistrà, psicologo, psicoterapeuta e co-direttore del “Istituto ICNOS – Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Breve Sistemico-Strategica” e dell’Italian Center for Single Session Therapy. Cannistrà compie da tempo degli studi sulle Terapie Brevi, per aiutare le persone a stare bene nel più breve tempo possibile e gli psicologi a migliorare l’efficacia e l’efficienza dei percorsi.

Di fronte alla degenerazione del linguaggio verbale nel mondo digitale e ai drammatici fenomeni dell’odio online, Cannistrà sostiene che bisogna, paradossalmente, combattere le derive della tecnologia recupererando la sua dimensione antitetica: la lentezza.

La tecnologia, nell’ultimo secolo, è andata esponenzialmente più veloce della sua comprensione. Poter mandare un messaggio o una foto a centinaia di compagni di scuola nello stesso istante è facilissimo: pensare alle conseguenze di questo è molto più complesso e richiede molto più tempo, il tempo di pensarci.

È il fermarsi a riflettere che, sostiene lo psicologo, può evitare gravi danni, nel quotidiano come nell’universale. È proprio la velocità con cui la tecnologia polverizza il presente a rappresentare, allo stesso tempo, il suo tallone d’Achille.

Il futuro sarà sempre di più per chi saprà pensare e riflettere: chi non si sarà allenato rimarrà indietro, non saprà il perché.

Voilà – Duesse
Duesse – Voilà
Duesse – Voilà

Allo stesso tempo, è fondamentale recuperare la dinamica del tempo per capire, per una spiegazione.

Spesso, dopo aver letto un libro o visto un film o ascoltato una canzone, cerco qualcuno che ne parla, che ne fa una recensione: aggiungo parole alle parole, spiegazioni alle sensazioni che ho provato, per capire meglio e per capirmi meglio.

I suoi consigli, che troverete integralmente nell’intervista su Voilà magazine, sono preziosi per recuperare il contatto

© RIPRODUZIONE RISERVATA