“Bisogna seguire l’istinto, senza paura”

BaliYoga.it
Photo Credit: Press Office PA BOUTIQUE COMMUNICATION AGENCY

Come e quando nasce e in cosa consiste il progetto BaliYoga.it?
BaliYoga.it nasce prima che io stessa lo sapessi: alla mia prima lezione di yoga di sempre, a Bali, nel primo eco-village dell’isola. Da quel momento del 2007 sono passati 7 anni di pratica, ricerca ed esperienza in giro per il mondo: ed ecco che il primo studio BaliYoga.it apre le sue porte il 14 ottobre 2014, al mio compleanno. Un regalo per me e per tutti coloro che da quel momento si sono ritrovati a praticare e respirare l’atmosfera dell’Isola degli Dei, nei sorrisi delle persone in accoglienza, nelle piante che arricchiscono gli studi, nell’essenza dell’offerta dei nostri attuali 14 stili e 21 insegnanti che aprono le porte alla pratica in modo differente e libero e per tutte le tante diverse esigenze

Come hai trovato la forza di cambiare vita, arrivando da un’esperienza di 14 anni nel marketing finanziario?
Seguendo l’istinto senza paura, ma con testa e concretezza. Dopo aver lavorato a Milano per 14 anni nel marketing finanziario, un giorno di aprile del 2007, prendo un anno sabatico e mi trasferisco prima a Phi Phi Island e poi a Bali. Sarà proprio quest’isola a regalarmi il coraggio di “cambiar vita”; per un gioco di coincidenze, tra sentieri, spiagge e un’anima guida, entro in contatto e scopro per la prima volta il mondo dello Yoga in tutte le sue sfumature. Bali, un’isola che ha lo Yoga nella sua essenza, è solo la prima tappa di un grande viaggio che mi ha portato alla scoperta di me stessa, della natura, della spiritualità. Approfondisco gli studi prima come allieva poi come professionista del settore a Byron Bay (Australia), in India e a Maui (Hawaii). Solo dopo anni decido di tornare a Milano ed alimentare il mio ”istinto imprenditoriale” mettendomi in gioco fondando il primo studio BaliYoga.it, un’oasi di pace con l’atmosfera di Bali. Da qui sono seguiti l’apertura di uno studio all’anno, nelle zone più vitali di Milano, per garantire a tutti di praticare sia nelle vicinanze di casa che dell’ufficio. 4.000 iscritti, 24 insegnanti – tutti con certificazione internazionale – 14 stili di yoga diversi e un unico abbonamento con la volontà di continuare a crescere, ora più che mai per far risplendere di luce e vibrazioni positive la community milanese.

Quali consigli vuoi dare chi vorrebbe cambiare la direzione della propria vita?
Non avere paura di sentire quel primo istinto che è verità senza veli, usare la testa e le azioni per renderlo concreto, usare il cuore per darne la vera luce.

Quali sono oggi i tuoi progetti per il futuro?
Continuare a condividere la crescita nella pratica, sia negli studi fisici di Milano sia tramite BaliYoga@HOME, lo studio interattivo online che collega persone da tutto il mondo.
E continuare ad alimentare i corsi di fondazione insegnanti della neo-nata BaliYoga.it School, che offre percorsi personalizzati e di diversa durata – uno di 2 mesi in partenza a gennaio – per tutti coloro che vogliono far diventare lo Yoga anche la loro vita professionale. Perché offrirsi agli altri è il migliore regalo che possiamo fare anche a noi stessi, perché “Life is an offering”.

Simona Tarabini è cresciuta tra la natura della Valtellina e le gare di sci alpino. Sin dai 16 anni ha avvertito il forte desiderio di scoprire il mondo. All’epoca per lei il mondo era Milano poi, negli anni successivi, è diventato Bali, l’Australia, l’India…e ogni luogo dove si respira in senso profondo l’essenza dell’anima. A 19 anni ha lasciato casa dei suoi genitori per trasferirsi a Milano e laurearsi in Economia. Successivamente ha fatto un breve passaggio nella moda, lavorando nell’ufficio stile di Gianfranco Ferrè come assistente stilista, prima di decidere di lasciare per mettere a frutto i suoi studi per la progressiva crescita di esperienza come marketing manager all’interno delle start-up delle principali banche online. Dopo 14 anni ecco un cambio di vita avvenuto in modo tanto naturale tanto che ancora oggi ne è ancora sorpresa: la decisione di lasciare l’azienda e di andare a vivere a Phi Phi Island (Tailandia) dove uno “spirito guida” incontrato quasi per caso, l’ha portata a vivere a Bali: lì la sua prima lezione di yoga di sempre; poi l’Australia, per diventare insegnante certificata, ed infine Maui (Hawaii), dove per la prima volta ha insegnato. Rientra in Italia nel 2010 e per 4 anni si è alimentata l’intuito e l’anima tra lavoro in azienda il giorno e insegnamento dello yoga la sera.
E gli allievi che gradualmente hanno riempito la sala e creato le liste di attesa sono stati la chiave per decidere nel 2014 di aprire il primo studio BaliYoga.it, poi il secondo dopo 6 mesi…e gli altri negli anni successivi. Insomma lavoro, passione e determinazione, alimentati dall’ascolto del primo istinto senza paura, ma con testa, così come la sua famiglia le ha insegnato sin dai primi respiri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA