Un tocco magico in più

Decorazioni Natale

Alcune idee per decorare in modo alternativo la propria casa per il periodo natalizio, personalizzandole in modo che rispecchino il proprio stato d’animo e il proprio modo di essere. L’intervista alla designer Marianna Milione

Nel tuo blog hai dichiarato: Chi lo ha detto che le decorazioni natalizie sono solo per l’albero di Natale?. Ogni angolo della casa può essere addobbato: le pareti sono una tela perfetta, ma anche soffitto e pavimento sono degli ottimi posti. Appropriatevi di ogni superficie e trasformatela in un angolo magico decorandolo con originalità e un pizzico di design. Ci puoi suggerire qualche idea in questa direzione?
Mi piace molto decorare piccoli angoli della casa seguendo la filosofia hygge. C’è un termine danese usato per descrivere un angolo della casa dove restare accoccolati: quello spazio è un hyggekrog. Perché non realizzarne uno natalizio? Bastano una poltrona e un tavolino. Cuscini in tartan e coperte voluminose – ora vanno molto quelle in finto pelo – per la poltrona; sul tavolino delle candele profumate e con portacandele e una piccola foresta di alberelli in diverse dimensioni – molto belli quelli in carta o in tessuto. In alternativa agli alberelli un vaso con dei rami, anche senza foglie, adornati di addobbi per l’albero. Un tocco magico in più? Una cascata di lucine sulla parete da tenere accese mentre si legge un libro e si gusta una cioccolata calda.

“Un classico delle decorazioni natalizie sono le ghirlande alle porte anche se in Italia non sono molto comuni” – hai scritto. Quali consigli puoi dare per realizzarne una?
Per la base le grucce in metallo della lavanderia sono ideali! Io le modello per dare una forma circolare e uso lo spago per rivestire il gancio con un intreccio in macramè. Non basta che decorarle con rami di conifere o eucalipto, ghiande e pungitopo, da fissare con del fil di ferro. Per la versione luminosa basta aggiungere le lucine a batteria e fissare dietro, ben nascosto tra i rami, lo scatolotto con l’interruttore. Un piccolo avvertimento: se la ghirlanda è da interno abeti e pini perdono molti aghi soprattutto con l’aria secca di casa. Meglio una pianta più duratura come il cipresso e l’eucalipto. E per una versione profumata è perfetto il rosmarino!

Come si può essere controtendenza in fatto di decorazioni natalizie?
Evitate un risultato patinato, troppo perfetto, la casa non deve sembrare un negozio di decorazioni. Il Natale è anche uno stato d’animo e le decorazioni devono raccontare un po’ di voi. Pescate tra vecchi scatoloni in soffitta i decori vintage e realizzate qualche decorazione con le vostre mani. Io adoro gli origami e ogni anno realizzo alberelli, stelle e cristalli di ghiaccio con la carta che dissemino per la casa.

Quali sono i colori che si possono utilizzare in alternativa a quelli tradizionali?
Per una versione scandinava tutti i colori che si trovano in natura durante il periodo invernale: verdi scuri e bluastri, bianchi lattiginosi e legni sbiancati tipo il rovere. Per un’alternativa più pop da provare colori accesi e fluo: rossi aranciati in contrasto con rosa e celesti pastello per un Natale stravagante.

Marianna Milione è grafica di professione, passa da un’attività all’altra senza stancarsi mai di imparare cose nuove. Ama la fotografia, il DIY, il disegno e tutto ciò che coinvolge la creatività. Ossessionata dalle scatole e dalle ciotole, sogna di vivere in un cottage circondata da piante e animali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA