Alla scoperta della Liguria su due ruote

Monterosso; Cinque Terre
Monterosso - Cinque Terre. Photo Credit: Paul McGowan da Pixabay

Se c’è una cosa che non manca in Liguria, è la possibilità di visitarla in bicicletta, da soli, in compagnia e anche con i bambini. Questa regione offre una miriade di meravigliosi itinerari ciclabili che costeggiano il mare o che permettono di andare alla scoperta dei piccoli borghi cittadini e dei paesaggi naturalistici, da Ponente a Levante. Grazie anche alla presenza di un clima particolarmente mite, è ideale da visitare, sia nella parte costiera, sia nell’entroterra, in sella alla propria bici in tutti i mesi dell’anno, con una referenza ovviamente per la stagione primaverile. I percorsi cicloturistici liguri garantiscono di pedalare in tutta sicurezza e permettono di scovare panorami davvero mozzafiato.

1.FINALBORGO

Inserito nella classifica dei “Borghi più belli d’Italia”, è tra le frazioni del comune di Finale Ligure ed è situato a circa 25 chilometri da Savona. Si tratta di un vero e proprio gioiello medievale, in cui è possibile respirare un’atmosfera di altri tempi tra gli stretti vicoli, scoprire antiche lavorazioni artigianali e degustare tipici piatti liguri come i ravioli di borragine con pesto e datterini. Da non perdere: la cerchia muraria medievale, conservata quasi integralmente, su cui si aprono quattro porte, Porta Testa, Porta Reale, Porta Romana o del Mulino e Porta della Mezza Luna.

2.IMPERIA

Suddivisa dal torrente Impero in due principali abitati, Oneglia e Porto San Maurizio, è una graziosa cittadina situata nella Riviera di Ponente. Diversi sono i luoghi caratteristici da scoprire, ma uno dei più magici è sicuramente Villa Grock, fatta costruire dal famoso clown circense svizzero Adrian Wettach, in arte Grock. La dimora ospita anche il Museo del Clown, visitabile il lunedì e il mercoledì dalle 15 alle 18 e il venerdì dalle 9 alle 12.30. Per gli amanti della cucina tutta da gustare è la Pizza all’Andrea, creata in onore dell’ammiraglio onegliese Andrea Doria.

3.MONTEROSSO

Si tratta di uno dei borghi delle Cinque Terre, in cui è possibile ammirare la villa estiva, soprannominata la pagoda giallognola, del poeta Eugenio Montale, che venne insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1975. Se c’è una cosa che non manca in Liguria, è la possibilità di visitarla in bicicletta, da soli, in compagnia e anche con i bambini. Questa regione offre una miriade di meravigliosi itinerari ciclabili che costeggiano il mare o che permettono di andare alla scoperta dei piccoli borghi cittadini e dei paesaggi naturalistici, da Ponente a Levante. Grazie anche alla presenza di un clima particolarmente mite, è ideale da visitare, sia nella parte costiera, sia nell’entroterra, in sella alla propria bici in tutti i mesi dell’anno, con una referenza ovviamente per la stagione primaverile. I percorsi cicloturistici liguri garantiscono di pedalare in tutta sicurezza e permettono di scovare panorami davvero mozzafiato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA