I 5 borghi più freschi di Italia per vacanze anti-afa

Da Nord a Sud, sono tanti i borghi freschi e accoglienti da poter visitare durante l'estate se non si ama il mare.

Pixabay

Estate non significa solo mare. Gli itinerari alternativi per chi non ama la vita in spiaggia sono molteplici, anche senza doversi necessariamente allontanare troppo da casa. La nostra Penisola è ricca di località meravigliose – basti pensare alle colline del prosecco, recentemente diventate patrimonio Unesco – disseminate da Nord a Sud.
Ecco quali sono i borghi italiani che vale la pena visitare durante l’estate, per trascorrere giornate all’insegna del fresco e del relax.

Pienza

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

📷 @golden_heart 📍#Pienza ⠀ Pienza è considerata la città ideale rinascimentale. Fu merito di Papa Pio II, nato qui nel 1405 da genitori membri della nobile famiglia senese, se nel 1459 fu trasformato il borgo medievale di Corsignano secondo i progetti di Leon Battista Alberti. Il Piccolomini, umanista elegante e rinomato, una volta cominciata la carriera ecclesiastica e divenuto Papa, desiderava fortemente un centro urbano che fosse veramente eccellente e soprattutto diverso e in antitesi con l’aspetto della città che aveva ingiustamente allontanato lui e la sua famiglia, ovvero Siena. Ecco perché mise al lavoro tutta una serie di architetti famosi che potessero dare alla città gli schemi costruttivi e, perché no, filosofici, di un’età che appariva ricca di belle speranze: il Rinascimento italiano. Bastarono tre anni, 1459-1462, per far sorgere Pienza, la città Ideale, la Città d’Autore, la Città Utopia. Come scrisse appunto Pascoli “Una città nata da un pensiero d’amore e da un sogno di bellezza” , Pienza era proprio come voleva e l’aveva immaginata Pio II, era la sua città. ⠀ 👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook 📝 #ig_italia #italia

Un post condiviso da ITALIA 🇮🇹 (@ig_italia) in data:

Nota anche come città ideale del Rinascimento, Pienza è un piccolo borgo della Val D’Orcia, a sud di Siena.
Innumerevoli le aree panoramiche e le stradine in cui potersi perdere all’ombra di alberi ed edifici armoniosi, così come gli itinerari gastronomici con cui potersi deliziare. Il prodotto tipico è il Pecorino di Pienza, rinomato in Italia come all’estero.

Castelluccio di Norcia

A tre anni dal sisma del 2016, Castelluccio di Norcia, in Umbria, non potrebbe essere più bella. I più fortunati potranno ammirare il famoso fenomeno della fioritura, con i campi che si colorano di una miriade di sfumature. Nel cuore della Valnerina, è la quintessenza della bellezza del Centro Italia.

Pomponesco

Pomponesco, in provincia di Mantova, è stato riconosciuto come uno dei borghi più belli di Italia, e ne ha ben donde. Sulle sponde del Po, Pomponesco è una piccola contea-gioiello, dotata di piste ciclabili per chi ama andare in bici e forte di prodotti tipici tutti da gustare come il “luadèl”, una speciale varietà di pane a pasta sfoglia spalmato di strutto.

Vigo di Fassa

Vigo di Fassa si presenta come un trampolino di lancio per la più bella terrazza naturale sulle Dolomiti, in Trentino Alto Adige.
Dal paese, tramite funivia è possibile raggiungere in pochi minuti i 1.998 metri del Ciampedìe e godere di una vista mozzafiato.

Tursi

In Basilicata, poco distante da Matera, sorge Tursi, un piccolo borgo caratterizzato dalla presenza di tantissimi aranceti e dalla Rabatana, un gomitolo intricato di case costruite con pietre e laterizi di origini saracene.

Pronte a partire?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here