Se siete amanti dei viaggi e avete tra i 20 e i 30 anni ecco dieci luoghi da visitare tutti per voi, con itinerari indicati per coppie o single senza figli. Posti meravigliosi intrisi di arte e di storia, scenari da favola che vi lasceranno a bocca aperta.

Dieci luoghi da visitare: Istanbul con le sue meraviglie

La città di Istanbul, con la sua atmosfera quasi magica e i suoi scorci da cartolina, ci regala tanti spunti interessanti di viaggio: una delle mete più affascinanti è senz’altro la Sultanahmet camii. Conosciuta anche come la Moschea Blu, viene chiamata così per via delle 21043 piastrelle in ceramica turchese che vanno a rivestire le pareti e la cupola. Venne fatta erigere dal sultano Ahmed I come riaffermazione del potere Ottomano. Il colore predominante di questa meraviglia architettonica è proprio il turchese: le maioliche di Iznik che rivestono gli interni della Moschea sono infatti decorate in toni freddi che spaziano dal blu al verde. Uno spettacolo senza precedenti. 

La Moschea Blu di Istanbul - Fonte: Pixabay
La Moschea Blu di Istanbul – Fonte: Pixabay

Sempre a Istanbul, tra i dieci luoghi da visitare è la Cisterna Basilica, o Yerebatan Sarnıcı. Misura 140 x 70 metri, ed è un sotterraneo fatto costruire da Giustiniano I nel 532. In passato veniva alimentata tramite un acquedotto che portava acqua dalla foresta di Belgrado. Le colonne ioniche e corinzie presenti al suo interno provengono da vecchie costruzioni; è totalmente impermeabilizzata grazie a una malta speciale. Presenta muri spessi 4 metri. L’illuminazione a luce calda offre uno spettacolo particolarmente suggestivo.

Istanbul, la Cisterna Romana - Fonte: Pixabay
Istanbul, la Cisterna Romana – Fonte: Pixabay

Nuova Zelanda e la White Island

Per chi ama i viaggi avventurosi tra i dieci luoghi da visitare c’è sicuramente la Nuova Zelanda, e in particolare la White Island. Avvistata da James Cook nel 1769, presenta un vulcano che non ha mai cessato la sua attività. Il capitano Cook la chiamò White Island per il fumo bianco che ancor oggi esce costantemente dal cratere. Il vero nome dell’isola è Te Puia che in lingua Maori significa ‘vulcano drammatico’. Situata a circa 50 km dall’Isola del Nord della Nuova Zelanda, è in realtà la cima di una montagna sommersa che si trova a 1600 m di profondità.

Fino agli anni 50 l’isola è stata sfruttata per l’estrazione dello zolfo; oggi le sue risorse principali sono il turismo e la ricerca. A White Island si arriva solo tramite visite guidate, perché avvicinarsi al vulcano senza prendere le dovute precauzioni sarebbe molto rischioso. L’utilizzo di un casco antinfortunistico e di una maschera a gas quando si arriva a ridosso del cratere è fondamentale, ma vale davvero la pena vedere l’attività di questo vulcano da vicino. Solo per amanti delle emozioni forti.

White Island, Nuova Zelanda - Fonte: Pixabay
White Island, Nuova Zelanda – Fonte: Pixabay

Lapponia – lo spettacolo dell’Aurora Boreale

All’estremo nord della Finlandia si trova la Lapponia, una regione scarsamente abitata ma ricca di meraviglie da vedere. Oltre che per le stazioni sciistiche, è nota per i fenomeni naturali unici al mondo che offre ai suoi visitatori. Uno è il sole di mezzanotte, che in alcune zone splende 24 ore su 24 e in altre tramonta per risorgere dopo pochi minuti. L’altro fenomeno è l’aurora boreale, che in Lapponia è visibile a ridosso degli equinozi e in particolare tra febbraio e marzo, tra le 21 e l’una di notte. Il cielo si colora di sfumature verdi, rosse, blu e viola in uno spettacolo indimenticabile. Il villaggio di Ivalo, affacciato sul fiume omonimo, è il luogo della Lapponia dove l’aurora boreale è più visibile in quanto zona poco trafficata.  

Aurora Boreale - Fonte: Pixabay
Aurora Boreale – Fonte: Pixabay

Marocco – Ait Benhaddou

Ait Benhaddou, situata in Marocco, è detta la città-fortezza, eretta nel 1600 tra la strada che unisce il deserto del Sahara alla zona dove attualmente si trova la città di Marrakech. Denominata anche Ksar, fa parte dei 9 siti del Marocco dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Questa città è stata costruita su una collina utilizzando materiali organici come il fango rosso; sulla sua cima, un granaio fortificato (agadir) circondato da torri, vicoli e Kasbah. Al suo interno trovano posto anche una piazza, il santuario del Santo Sidi Ali e una moschea. La particolarità di Ait Benhaddou è che nel tempo ha conservato le sue caratteristiche architettoniche e gli elementi decorativi. Parte delle scene de ‘Il Gladiatore’ sono state girate proprio qui. Imperdibile se andate in Marocco.

Ait Benhaddou, la città fortificata - Fonte: Pixabay
Ait Benhaddou, la città fortificata – Fonte: Pixabay

Casablanca – La Moschea di Hassan II

Eretta nel 1993 su progetto dell’architetto francese Michel Pinseau, la Moschea di Hassan II ha il più alto minareto del mondo: 60 piani per 210 metri di altezza. Questa costruzione si affaccia sull’Oceano Atlantico: chi lo ha progettato si è ispirato al versetto del Corano che dice “Il trono di Dio fu costruito sull’acqua”. E’ possibile ammirare il mare anche dall’interno della Moschea, attraverso un solaio di cristallo. Il tetto della sala preghiera è scorrevole, e le decorazioni interne presentano elementi che rimandano all’Islam e al Marocco. Anche i non musulmani possono accedervi per visitarla, ma solo attraverso tour guidati. 

Casablanca, la Moschea: Fonte: Pixabay
Casablanca, la Moschea: Fonte: Pixabay

Parigi – Il Louvre

La città di Parigi non può mancare tra i dieci luoghi da visitare, specie se siete giovani e appassionati d’arte: al di là infatti di tutto ciò che di divertente e goliardico offre questa indimenticabile capitale europea, una delle mete più interessanti è senz’altro il Louvre. Sito nel I arrondissement, tra la Senna e Rue de Rivoli, prende il nome dal palazzo in cui ha sede. Tra i capolavori che ospita: la Gioconda e la Vergine delle Rocce di Leonardo da Vinci, Amore e Psiche di Canova, la Venere di Milo e la Nike di Samotracia, e il famoso Codice di Hammurabi. Una tappa obbligata nella Ville Lumiére.

Il louvre di Parigi - Fonte: Pixabay
Il louvre di Parigi – Fonte: Pixabay

Cina – La Grande Muraglia

Dichiarata nel 1987 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e annoverata nel 2007 tra le sette meraviglie del mondo moderno, la Grande Muraglia Cinese si snoda per qualcosa come 8500 km, estesi su altezze variabili. L’imperatore Qin Shi Huang diede inizio alla sua costruzione per frenare l’avanzata dei nomadi e dei Mongoli nel 215 a. C.; inizialmente si utilizzarono legno, terra e sassi che poi successivamente vennero rimpiazzati da mattoni veri e propri. Per visitarla, meglio affidarsi a un tour operator ma con la consapevolezza che è un posto sempre molto affollato. Ma è un’esperienza a cui non si può rinunciare.

La Grande Muraglia - Fonte: Pixabay
La Grande Muraglia – Fonte: Pixabay

Giappone – Il Monte Fuji

Considerato sacro dai Giapponesi, il Monte Fuji è la più alta vetta nipponica (3776 m); scalarlo e vedere l’alba dalla cima è uno spettacolo imperdibile. Dieci stazioni per arrivare fino alla sua cima, le prime cinque in bus: alla quinta stazione, detta Kawaguchiko, ci si può fermare per fotografare il panorama. Poi si può decidere di riprendere il bus e tornare indietro o proseguire a piedi per sei ore fino alla vetta. Anche in questo caso è consigliabile una visita organizzata.

Il monte Fuji - Fonte: Pixabay
Il monte Fuji – Fonte: Pixabay

Usa/Canada – Le Cascate del Niagara

Di portata imponente (anche 200000 metri cubi al minuto) ma con un salto di appena 52 metri: le Cascate del Niagara sono tra i dieci luoghi da visitare se vi piacciono i viaggi movimentati. Situate al confine tra Canada e Stati Uniti, sono le più famose al mondo. Le Niagara Falls sono tre cascate distinte ma alimentate tutte dall’omonimo fiume. Sono state rese celebri dal film del 1953 con Marilyn Monroe, e a tutt’oggi ogni anno accolgono migliaia di visitatori. Distano 130 km da Toronto e 650 km da New York, quindi si possono raggiungere facilmente in macchina. Per chi vuole godersi il panorama durante il viaggio, può prenotare una visita organizzata in autobus affidandosi a un tour operator.

Le Cascate del Niagara - Fonte: Pixabay
Le Cascate del Niagara – Fonte: Pixabay

Portogallo – Sintra, Cabo da Roca

Ultimo ma non ultimo tra i dieci luoghi da visitare è Cabo da Roca, situato a 140 metri sopra il livello del mare. Il punto più occidentale del continente Europeo, ‘…dove finisce la terra e inizia il mare’. Così lo definì il poeta Luís Vaz de Camões. Cabo da Roca si trova nel distretto di Lisbona, nella frazione di Colares del comune di Sintra, in Portogallo. Un panorama suggestivo ed emozionante ‘…dove palpita lo spirito della Fede e dell’Avventura che ha spinto le caravelle portoghesi alla ricerca di nuovi mondi per il mondo’. Si può raggiungere dalla stazione ferroviaria di Sintra con la linea 403. Nella stessa zona si può visitare il faro, risalente al 1700 e abitato fino agli anni 70. 

Cabo da Roca, Sintra, Portogallo - Fonte: Pixabay
Cabo da Roca, Sintra, Portogallo – Fonte: Pixabay

Se siete giovani e amate scoprire luoghi interessanti e ricchi di curiosità storiche, culturali e artistiche, dovete per forza visitare questi dieci posti del mondo. Preparate le valigie!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here