viaggi studio sono detraibili
Photo Credits: Shutterstock

I viaggi studio sono detraibili? In periodo di dichiarazione dei redditi e di pianificazione dell’estate e delle vacanze, sempre più famiglie si fanno questa domanda. Vediamo di rispondere assieme e di fornire qualche consiglio utile per chi vuole risparmiare sulle spese per l’istruzione dei figli.

Viaggi studio sono detraibili: corsi di lingue all’estero

Purtroppo la risposta è negativa. I viaggi studio, almeno quelli organizzati su iniziativa familiare, non sono detraibili. Fra le altre spese che non possono essere portate in detrazione da parte di chi ha figli in età scolare, è possibile ricordare anche la cancelleria acquistata per le scuole medie e le superiori, così come i libri. Lo stesso vale per le spese di trasporto, a prescindere dal grado e dalla tipologia di scuola.

Le indicazioni in merito sono state riassunte dal legislatore nella circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 39/E del 1° luglio 2010, punto 2.1.

viaggi studio sono detraibili
Photo Credits: Shutterstock

Gite scolastiche detraibili 2017: come calcolare gli sgravi fiscali

Come appena detto, la risposta alla domanda “i viaggi studio sono detraibili?” è negativa. Risulta però possibile detrarre le spese effettuate per le gite scolastiche. Cosa bisogna fare di preciso? Le regole sono molto semplici. Prima di tutto, bisogna sommare tutte le spese scolastiche che possono essere detratte e, ovviamente, considerare anche quelle relative alle gite.

Il limite previsto dalla legge, per il 2017, è pari a 717 euro per singolo alunno. La detrazione da applicare corrisponde invece al 19%. Le spese per le gite scolastiche devono essere indicate nel Rigo E8/E10 codice 13. Oltre alle spese per le gite, è possibile detrarre anche quelle sostenute per la mensa scolastica, così come gli oneri delle erogazioni liberali, a prescindere dall’ordine e dal grado della scuola. Rientrano tra le spese detraibili anche quelle relative all’assistenza pre e post pasto a scuola.

Detrazione gite scolastiche Agenzia Entrate: cosa bisogna presentare?

I genitori che vogliono detrarre le spese effettuate nel 2017 per le gite scolastiche dei figli devono presentare e conservare diversi documenti. Tra questi ci sono le ricevute fiscali, così come le fatture e i dati dei bonifici. Se il pagamento è stato effettuato a soggetti terzi, è necessaria la delibera dell’istituto. 

Essenziale, chiaramente, è che a tutta la suddetta documentazione vengano allegati i dati dello studente. 

Spese istruzioni detraibili corso inglese: il caso dei corsi deliberati dall’istituto

La regola che abbiamo appena descritto ha una piccola eccezione. I corsi di lingua deliberati dall’istituto, infatti, possono essere portati in detrazione. Questo vale anche se sono fuori dall’orario scolastico e senza obbligo di frequenza. 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here