Il rosso è donna non solo a San Valentino con Daphné Sanremo

Daphné
Photo Credit: Lorenzo Di Lucchio

A San Valentino si gioca quasi tutto sul rosso e la sua sensualità cromatica. Appariscente e al tempo stesso mai eccessivo, il rosso accompagna con charme ineguagliabile le creazioni Daphné che consacrano il foulard come l’accessorio che ha fatto la storia del sex appeal femminile. Romantiche e moderne le “Rose su seta” di Daphné sono un evergreen che donano un tocco giovanile a tutti gli outfit; la Rosa Romanov affascina con le sue sfumature corallo che ricordano le fiamme della passione, capsule collection uniche frutto di estrema cura sartoriale. Il rosso per Daphné è anche coraggio e portatore di un messaggio vitale, stop alla violenza sulle donne. Scarpette Rosse è un foulard nato dal desiderio di contribuire a sensibilizzare su questo drammatico fenomeno e dare voce alle donne vittime di violenza, coloro che non ci sono più e coloro che hanno bisogno di rinascita. Creato dalle donne per le donne, parte del ricavato delle vendite del foulard è destinato a progetti di sostegno e opportunità di ripartire per le donne ospiti dei centri antiviolenza, riacquistare dignità e inclusione nel mondo del lavoro. Daphné attraverso le sue creazioni esprime una profonda conoscenza della donna e delle sue passioni che possono avere sfumature infinite come i profumi dei fiori di Sanremo. “Tutte le cose belle nascono dall’amore” come quello della famiglia Borsotto per i fiori e i profumi. Oggi da generazioni Daphné Sanremo conserva ancora le ricette di 100 anni fa, producendo con cura le stesse fragranze apprezzate dagli aristocratici che frequentavano la Riviera dei fiori durante la Belle Epoque. Bouquet Romanov è frutto di sperimentazioni e creatività, un bouquet fiorito intenso, il regalo ideale per comunicare i vostri sentimenti, evocando i ricordi più belli. Profumi creati seguendo un’etica, in cui l’intero processo produttivo rispetta le peculiarità della profumeria di nicchia, tempi meditati e processi non industriali che seguono le logiche del “fatto a mano” portando con sè la memoria olfattiva della Riviera dei fiori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA