“Non smetto mai di emozionarmi”

Piume di Struzzo
Roberta Savoldelli, classe 1979, è originaria di Parre, un paesino tra le montagne, in provincia di Bergamo. Nel 2018 ha fondato il brand di abbigliamento per bambini Piume di Struzzo

Come, quando e perché nasce il progetto Piume di Struzzo?

Piume di Struzzo nasce nel febbraio del 2018. È stata semplicemente l’esigenza di esprimere il mio complesso mondo interiore: infatti il tempo che è passato dall’idea di creare a mano dei gilet originali per bimbi, alla creazione vera e propria di nome del brand, logo, social, apertura dell’attività e tutto il resto è stato di circa 10 giorni. È stata una vera e propria esplosione di idee che aspettava da tanto tempo la via di uscita per poter prendere forma.

Quali sono le peculiarità della tua linea di abbigliamento sartoriale per bambini?

Sin da subito ho deciso che qualunque mia creazione sarebbe dovuta essere pratica da indossare e da lavare, originale, limited edition, con una buona vestibilità, con materiali e finiture di qualità e soprattutto colorata. Che facesse sentire i bimbi speciali e unici.

Quali erano i tuoi sogni da bambina? Sei diventata la donna che volevi essere?

Da piccola non avevo sogni ben precisi, ma ho sempre sentito che avrei realizzato qualcosa di speciale, di grande, nonostante le premesse non fossero incoraggianti – per quanto riguarda gli stimoli esterni. Ho sempre lottato per ottenere ciò che volevo e devo dire che l’ho ottenuto quasi sempre, a un certo punto durante le scuole superiori mi convinsi che sarei diventata una cantante! Ho avuto tante soddisfazioni in quell’ambito, ma con il passare del tempo qualcosa mi diceva che non era la mia strada. La musica sarà per sempre il mio primo e grande amore, non smetterò mai di cantare ma solo per piacere di farlo. La mia famiglia, mio marito Simon, mio figlio Kilian di 5 anni e la bimba in arrivo a ottobre sono di certo la “cosa” più grande che ho realizzato e che mi ha permesso di dar vita anche alla mia adorata linea Piume Di Struzzo. Non sono ancora diventata la donna che volevo essere perché in realtà sono in continua evoluzione in tutti gli ambiti, ogni giorno cambia qualcosa: imparo, conosco e adoro emozionarmi come una ragazzina per cose che possono sembrare insignificanti. Per esempio in questo periodo sto facendo tantissime spedizioni e provo una piccola emozione che mi fa sorridere a ogni indirizzo che inserisco. Esistono nomi di vie, vicoli e piazze davvero simpatici e mi immagino di essere lì a portare i miei tesori e poter ammirare la nostra adorata Penisola.

Roberta Savoldelli, classe 1979, è originaria di Parre, un paesino tra le montagne, in provincia di Bergamo. Ha fatto talmente tante cose e conosciuto così tanta gente che le risulta difficile ricordare tutto. Ha frequentato una scuola privata ad indirizzo magistrale socio-psico pedagogico, ma dopo due anni ha cambiato puntando sulla praticità di un istituto professionale con indirizzo moda. Si è poi specializzata in modellistica all’istituto Carlo Secoli di Milano. Ha frequentato per circa 5 anni lezioni di canto per poi esprimere in questa meravigliosa arte la mia creatività. Per tanti anni e tanti live ha girato il Nord Italia partecipando a concorsi ed esibendosi nei teatri e nelle radio, registrando anche vari brani con la mia band storica Interno 5. Ha lavorato per diverse aziende come modellista , product developer e product manager. Ha visitato molte aziende produttrici di abbigliamento in veste di buyer in Portogallo, Shangai, Hong-Kong Bangladesh. Non saprei dire quale esperienza lavorativa l’abbia formata maggiormente perché ogni lavoro le ha lasciato un bagaglio di esperienza e conoscenza importante, che le ha permesso oggi di aprire da sola un’attività. In Piume di Struzzo si occupa di tutto lei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA