Personal shopper, come far diventare la passione per lo shopping un lavoro

Quali sono i segreti per trasformare la passione per lo shopping in un lavoro? Questo e la scoperta dell'armocromia sul numero di Voilà in edicola

Fare la personal shopper potrebbe essere il sogno di tutte le appassionate di shopping. Far diventare la propria passione un lavoro è possibile e nell’ultimo numero di Voilà vi spieghiamo come.

Come tutti i lavori però non si può improvvisare esistono corsi ad hoc per diventare personal shopper. Uno è quello di Image Consulting dell’Accademia del Lusso, la direttrice Barbara Sordi ha parlato di alcune delle materie studiate dagli aspiranti personal shopper: psicologia della persona, analisi del fisico e dello stile di vita, analisi del colore, tecniche di camouflage e styling, business dress e consulenza d’immagine aziendale sono solo alcuni dei temi affrontati. 

Quello dell’Accademia del Lusso ha una durata variabile da 150 ore a 6 mesi e non è l’unico corso che permette di diventare personal shopper. Si possono seguire due percorsi simili allo IED e all’ESR, École Supérieure de Relooking. 

Nonostante i corsi, molti s’improvvisano, Monica Sirani, una delle prime personal shopper ha deciso di fondare l’AIPS, l’Associazione italiana personal shopper:

Un’organizzazione no-profit per migliorare la professionalità dei personal shopper italiani

Monica Siriani ha raccontato la sua professione in due libri e precisa che

Un vero professionista è capace di empatia, ha una rete di contatti e sa muoversi tra i negozi 

L’armocromia di Rossella Migliaccio

Un’altra personal shopper italiana molto famosa è Rossella Migliaccio che ha raccontato la rivoluzione dell’armocromia in un libro omonimo. Ovvero come adattare il nostro guardaroba ai nostri colori e incarnato:

È una scienza che in base alla combinazione di pelle, occhi e capelli definisce la palette di colori ideale per ciascuno di noi

Un insieme di colori che ci fanno “apparire più belli, più giovani, più in forma”. Nel manuale, Rossella Migliaccio spiega come “identificare la cosiddetta palette cromatica amica” e scoprire quali sono gli abbinamenti migliori. 

Se per esempio amate vestirvi solo di nero, potreste rimanere sorprese e scoprire che il rosso o altri colori si addicono di più al vostro incarnato e colori. Un altro modo per fare shopping in modo diverso. Voilà di febbraio è disponibile in versione digitale scaricando la app Voilà Magazine da App Store e Google Play.

© RIPRODUZIONE RISERVATA