Piccole donne, come i costumi del film di Greta Gerwig ispirano i nostri armadi

Il film di Greta Gerwig ci ispira sotto tutti punti di vista, anche i nostri outfit. Copiamo lo stile delle Piccole Donne del film in sala da oggi

Piccole Donne, il remake splendido di Greta Gerwig, arriva al cinema. A ispirarci sono storie, sentimenti, la sorellanza e non solo: possiamo copiare il loro stile prendendo a modello i costumi ideati per il film da Jacqueline Durran.

Il film di Greta Gerwig colpisce perché è una visione fresca, giovane, totalmente al femminile del capolavoro di Louisa May Alcott pur mantenendo la tradizione dei due libri Piccole donne e Piccole donne crescono. Un cast perfetto e in meravigliosa alchimia guida il film impreziosito dai costumi di Jacqueline Durran che aveva già lavorato per i remake di Orgoglio e Pregiudizio e Anna Karenina di Joe Wright. Uno stile che si può anche ritrovare in alcune collezioni e accessori oggi, proprio quello che voleva Greta Gerwig:

Jacqueline ha capito che volevo qualcosa di forte, autentico, tangibile ma anche che desse l’idea di un capo da mettere tutti i giorni e non dei costumi, perché questo lo rende moderno.

La tavolozza di colori, le gonne ampissime, i maglioni con le maniche a sbuffo, cappelli di paglia, stivali e anche trench: lo stile delle Piccole Donne si può ritrovare nelle collezioni Autunno – Inverno di vari brand come suggerisce SModa. A partire dal brand americano Batsheva che ispira i propri modelli alle anziane signore di Brooklyn del secolo delle sorelle March. Un marchio acquistabile su Matchesfashion.

I costumi di Jacqueline Durran

Ognuna delle quattro sorelle March ha uno stile predefinito e un colore, per ricrearli Jacqueline Curran si è ispirata alla fotografia e all’arte del 19esimo secolo. Insieme a Greta Gerwig hanno perlustrato una serie di scatti di fotografia dell’età vittoriana, specialmente l’opera di Julia Margaret Cameron, Durran ha seguito più gli artisti impressionisti americani ed europei in particolare l’artista americano Winslow Homer:

Il suo lavoro è stato appropriato per quello che volevamo ricreare, lo strano cappello di paglia di Jo nella scena della spiaggia è un omaggio al suo Alta marea.

Un cappello simile si può ritrovare su Asos e ha una falda enorme proprio come quello di Jo. la scorsa stagione e di altre marche, per quanto riguarda lo stile delle quattro sorelle Durran voleva che ognuna di loro ne avesse uno diverso.

Lo stile delle Piccole Donne

Per Jacqueline Durran era importante che le Piccole Donne del film esprimessero qualcosa con i loro vestiti:

“Era importante che ognuno dei loro look fosse un’affermazione di qualcosa. Hanno tutte una diversa, ma ugualmente valida posizione nel loro modo di vedere il mondo”. 

Lo stile di Jo

Jo, per esempio, è un maschiaccio e sembra quasi scambiarsi i vestiti con Laurie, per lei Curran ha scelto colori forti come blue indigo o comunque qualcosa che “si ergesse dalla massa”. Potete copiare le sue scarpe, uno stivaletto dell’italianissima Geox: Terence nella linea maschile.

Jo March (Saoirse Ronan) in Greta Gerwig’s LITTLE WOMEN.

Lo stile di Meg, Beth e Amy

Meg, al contrario, è la più romantica ama il teatro e per lei Jo sogna una carriera d’attrice:

“Si veste con degli abiti che hanno un tocco medievale nello stile del revival gotico tipico dell’epoca”.

Il suo stile può essere copiato con l’abito di Alexa Chung Maisy Frill Dress, oggi anche in saldo. Beth, invece, rimane ancorata alla famiglia e si veste solo in colori molto chiari e rosa pastello.La sorella March che dà più soddisfazione in fatto di stile resta Amy, i suoi look sia in Massachusetts che a Parigi urlano la sua voglia di ambizione, di essere e di esistere. 

Gli abiti di Marmee e zia March

Altro stile e abiti per Marmee e la zia March, per la mamma delle quattro Piccole Donne Curran ha scelto degli abiti “comodi”, pronti all’azione, outfit che ispirano anche quelli delle sue figlie. 

Amy March (Florence Pugh) and Aunt March (Meryl Streep) in Greta Gerwig’s LITTLE WOMEN.

Zia March, al contrario, è l’emblema dello stile Vittoriano, look e abiti sono tipici di quell’epoca. Un cameo quasi per la pluripremiata agli Oscar Meryl Streep. 

La recensione

Un film necessario Piccole Donne, un adattamento fedele eppure moderno, spinto come sempre da Jo, in questo film molto più simile a Louisa May Alcott rispetto agli altri e al libro. La Jo del film di Greta Gerwig, incarnata dalla sua attrice feticcio Saoirse Ronan, è un fiume in piena di vita, arte e amore. 

Jo March (Saoirse Ronan) in Greta Gerwig’s LITTLE WOMEN.

Gerwig ha raccontato che voleva emergere lo spettatore nel mondo dinamico di Jo, unendo al libro di Alcott le sue lettere, molte delle frasi del film sono tratte dai suoi carteggi, come la frase:

“Sono arrabbiata quasi tutti i giorni della mia vita”.

Al centro del film anche il successo economico del libro di Alcott per una storia ancora oggi super rilevante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here