Karl Lagerfeld ha presentato alle sfilate di Parigi la collezione Chanel AI 2018-2019. Al Grand Palais della capitale francese il brand ha ricreato un grande bosco incantato. Le modelle hanno sfilato sotto querce altissime. La passerella era ricoperta di foglie autunnali. Il kaiser della moda porta così la natura incontaminata per presentare la moda dell’inverno che verrà.

E così le modelle impersonano delle moderne principesse nel bosco dove fate, creature fantastiche e principi potrebbero attendere a ogni angolo. Una scenografia davvero incantevole, che ha conquistato il nutrito parterre intervenuto per poter assistere al grande show.

Collezione Chanel AI 2018-2019

La collezione Chanel AI 2018-2019 è un omaggio all’autunno. Ma anche alla femminilità. Tantissime le stampe ricche di colore e di sfumature che ricordano il foliage tipico dell’autunno. Senza dimenticare i colori della terra, con il nero ovviamente grande protagonista. La tavolozza di colori è caratterizzata da nuance neutre, dal grigio dal nero, dal rosso e dal marrone. 

Non può mancare il classico tweed che Mademoiselle Coco Chanel adorava. Minigonne, cappotti e, ovviamente, il tailleur rivive di questo stile classico e caro alla maison di moda francese.

La collezione è molto elegante e chic. Tanta pelle, che ritroviamo nelle gonne, da abbinare magari a blazer che si fanno oversize. Perché non impreziosire, poi, tutto con ricami metallizzati?

Per la sera la donna Chanel indossa abiti da sogno. Vestiti degni di una principessa pronta per andare a un ballo. Con o senza il principe azzurro. Perché alla fine la donna che veste la moda del fashion brand francese è forte. Proprio come era forte e carismatica la fondatrice del brand, Coco Chanel.

E gli accessori? Tanti stivali alti in passerella, bassi ovviamente. Così come non possono mancare le stringate di vernice. Per proteggersi dal freddo i guanti si fanno lunghi e le sciarpe oversize.

Foto @Getty Images

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here