La capsule collection di Moschino dedicata a Budweiser

La maison italiana ha presentato una collezione in edizione limitata dedicata al birrificio statunitense Budweiser.

M oschino
Moschino

Jeremy Scott, direttore creativo del brand di Aeffe dal 2013, si conferma ancora una volta un designer illuminato e dalle straordinarie capacità, proseguendo nella scia di visionarie collaborazioni con i marchi più disparati, da Barbie alla Nintendo, per cui ha creato una collezione ispirata al famoso personaggio dei videogame Super Mario, passando per il cioccolato Hershey’s e McDonald’s, protagonisti della prima collezione prêt-à-porter a tema snackable realizzata da Scott.

La nuova capsule collection griffata Moschino, presentata alla Paramount Ballroom di Shanghai in contemporanea al lancio della special edition della birra Pulse, celebra ed esalta un’icona statunitense come la Budweiser, regina delle birre americane e protagonista delle esclusive stampe che caratterizzano i 15 pezzi realizzati in edizione limitata, tra ready to wear ed accessori in cui dominano i colori del marchio del birrificio statunitense: rosso, blu navy, oro e bianco.

Il tutto è giocato sulla reinterpretazione della celebre etichetta delle bottiglie di birra: maglie, borse, felpe e costumi sono realizzati con evidenti e riconoscibili richiami al brand Budweiser, ma il marchio americano è sostituto dalla scritta “Moschino”, e “King of Beers” si trasforma inevitabilmente in “King of Clothes”, nella perfetta celebrazione della collaborazione fra i due brand.

Moschino
Moschino

Non è la prima volta che il marchio Budweiser compare sulle passerelle: è stato proprio Jeremy Scott a reinterpretare per primo la label della birra Bud in un celebre abito realizzato per la collezione prêt-à-porter autunno/inverno 2014/2015, la prima come creative director di Moschino, che ha avuto così tanto successo da essere addirittura esposto al Metropolitan Museum of Art di New York durante la mostra Camp: notes of fashion.

Moschino

Quella collezione aveva poi incluso anche una citazione al cioccolato Hershey’s e un primo cenno a McDonald’s, che l’ha poi ispirato per una linea più ampia di grande successo. Senza contare una successiva capsule in cui Scott ha portato sugli abiti i personaggi del noto videogame The Sims.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here