La moda giapponese è assai variegata. In qualsiasi città è possibile imbattersi in stili originali, tanto che noi, al confronto, sembriamo persone estremamente monotone! Se parliamo di moda giapponese, non possiamo non parlare di Tokyo e di Street Style Tokyo.

La capitale del Giappone racchiude in sé tanti piccoli mondi: i suoi quartieri. Ogni quartiere ha le sue peculiarità e le sue mode. Ed è questo che sorprende e affascina gli appassionati di moda e i semplici turisti. Un tripudio di stili, come se non ci fossero confini e ognuno fosse libero di vestirsi secondo, semplicemente, i propri gusti personali. Senza temere (o curarsi) dell’opinione altrui.

Dalle divise scolastiche (e gli immancabili calzettoni) e gli outfit da ufficio, agli stili (e sotto-stili) ispirati ai manga.

Street Style Tokyo: i quartieri

Harajuku

Qui la moda è giovanile, innovativa e alternativa. Con picchi di estremismo. L’emblema di chi non teme di essere osservato con fare stupito e perplesso. In realtà, anche qui vige la moda ibrida e il mix di stili. Come dimostra la presenza di due vie dello shopping diametralmente opposte.

Takeshita Dori: ricco di negozi curiosi, dedicati prevalentemente alla moda giovanile. In perfetto Street Style Tokyo.

Omotesandō: il cuore dello shopping “più adulto” e di marca. Qui si trovano le firme dell’Alta Moda.

Guarda la Gallery

Shibuya

Per chi conosce la storia, sì, è il quartiere della statua del cane Hachikō. Ma c’è anche la l’incrocio più affollato del mondo. Qui la moda è più consolidata. Guardandosi attorno, è facile individuare alcuni stili con i loro codici di abbigliamento.

Tra i più noti, c’è lo stile Lolita (con le sue varianti). Se non sapete cosa sia, pensate alle bambole di porcellana. Le ragazze abbigliate secondo questo stile sono un tripudio di pizzi, fiocchi, cestini e ombrellini. La presenza del pizzo, così come del tulle e dello chiffon, abbonda anche nell’abbigliamento meno stravagante. Come se fosse una passione diffusa e condivisa.

Un’altra tendenza è la futago koude, ovvero l’usanza di vestirsi come gemelle. In modo identico. Qualunque sia lo stile scelto.

Ci sono poi le zeppe e i tacchi vertiginosi, usati non solo di notte ma anche di giorno, da ragazze molto giovani. Uno stile che, in questo caso, lascia la dimensione manga per abbracciare il pop.

Street Style Tokyo è affascinante per il mix di stili diversi. Accanto all’eccentricità delle giovani donne, infatti, si pone l’eleganza e le classe delle signore più in là con l’età.

Shimokitazawa

Ricco di negozi vintage, un po’ hippie e un po’ bohémien. C’è chi lo considera il più bel quartiere di Tokyo. Amato dai giovani per la presenza di numerose boutique, ma anche dai turisti, perché più accogliente e meno frenetico. Una fucina di tendenze. Un quartiere in evoluzione, lontano dalla frenesia metropolitana.

Ginza

Il quartiere dell’eleganza per eccellenza, in cui si concentra la moda di lusso. Le grandi maison si rubano la scena a vicenda con i loro super store. Palazzoni disegnati dai migliori architetti giapponesi. Qui le “ragazze Lolita” lasciano il posto all’eleganza e ai capi griffati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here