“Un po’ per caso e un po’ per desiderio”

Gioielli, PVL Milano
Le due cugine Laura Jessica Licini e Veronica Pieri che nell'ottobre del 2012 hanno deciso di dare vita al brand di bijoux PLV Milano da un’idea e da un grande sogno

Sul vostro sito descrivete PLV Milano come un progetto creativo, che inizia un po’ per caso, e un po’ per desiderio, e in cui si intrecciano materiali diversi, estro e una buona dose di artigianalità. Potete parlarcene?

PLV è l’acronimo di Pulse Laura Veronica, un brand che racchiude in queste tre lettere la nostra passione per il bello e il mondo della moda e dei bijoux. Milano lo abbiamo aggiunto per ringraziare la città in cui siamo nate e che oggi giorno ci mette di fronte a sfide e opportunità nuove. PLV Milano è nato nel 2012, direi totalmente per caso, con l’aiuto un ingrediente fondamentale: la fortuna. Laura era a casa in maternità per la sua seconda gravidanza, io avevo iniziato a lavorare da poco, per quanto mi appassionasse mi sentivo oppressa dall’entrare in ufficio la mattina e uscirne la sera con il buio, sentivo il bisogno di fare qualcosa di manuale e creativo, un aspetto che mi ha sempre accompagnata durante tutti gli anni, anche quelli universitari. Con un’amica decidemmo di iscriverci a un corso serale di sartoria alla Naba di Milano, ho imparato a creare cartamodelli, tagliare tessuti e cucire: tra le tante una gonna a ruota per l’esame finale, ricordo che corsi in merceria ad acquistare del gros grain ricamato per il cinturino e lì mi innamorai di alcune “code di topo” (dei cordini in seta) e di una catena di Swarovski luminosissima. Feci così il primo bracciale, ce l’ho ancora, base arancio e filo in cotone viola, la sera uscii con diverse amiche e spopolò: da lì amiche delle amiche…fino ad arrivare a talmente tanti ordini da chiamare Laura e chiederle se le andava di aiutarmi e cercare di far crescere questa piccola idea. È stato un susseguirsi di casualità bellissime e fortunate, in breve tempo tre negozi ci contattarono per avere i nostri bracciali, aprimmo la partita iva per cominciare a far diventare più concreto il nostro sogno e poi la magia vera: Chiara Ferragni ci indossò, diversi scatti tra Milano e Barcellona e da lì il boom. Per dare più concretezza al nostro progetto decisi di fare il corso di oreficeria professionale alla Scuola Orafa Ambrosiana, sempre a Milano, luogo in cui nacque il nostro famoso 10 grammi d’amore. Ricordo che stava arrivando il periodo natalizio, dovevo portare diversi pezzi in cera a fondere in argento, la forma del pesino della bilancia mi aveva sempre colpita, lo trovavo molto buffo, e decisi di fonderlo in bronzo. Trovai la frangia di una borsa che si era staccata e la accostai al pesino, mi piacque un sacco. Ricordo che ero seduta sul divano e chiamai Laura per parlargliene, le avevo appena mandato la foto via messaggio, non fu convintissima dell’accostamento, ma le venne la geniale idea di chiamarlo “10 grammi d’amore” e di unirci una storia, qualcosa che desse un significato a quella forma. Le suggerii l’idea del bugiardino e durante la notte “partorì” le frasi del nostro cartoncino. Fu un successo!

PLV Milano è una nuova linea di bijoux create da voi, cugine e amiche, unite dalla passione per il bello e l’eleganza discreta dei dettagli speciali. Quali sono le peculiarità della vostra linea di gioielli?

L’elemento chiave di ogni nostra creazione è il significato che possiamo attribuirgli, ci piace l’idea di vendere non solo un prodotto, ma anche un’idea, un’immagine nella quale la persona che lo compra ci si rivede o rivede la persona a cui lo regalerà, per cui cerchiamo di guardare ogni oggetto con un occhio diverso. Il secondo elemento è il colore, cerchiamo sempre ispirazione dai colori così da poterli affiancare all’oggetto che abbiamo realizzato. Nata l’idea bisogna realizzarla e renderla concreta, noi realizziamo il primo pezzo, poi mandiamo in fabbrica per la produzione più massiccia. Solitamente il primo pezzo viene o realizzato a mano in cera, si utilizza un particolare tipo di cera dura che permette di essere fusa e trasformata nel metallo. La cera viene modellata con i bisturi, simili a quelli che utilizzano i dottori, e da una piccola fiamma che scaldandola aiuta nel lavorarla. Finito viene fusa come metodo della cera persa sottovuoto.

Quali sono i vostri progetti per il futuro?
Ci piace molto cercare e scoprire “nuovi” marchi e brand che possano essere affini al nostro mondo e inventarci qualcosa con loro. Crediamo molto nell’incontro e nell’unione di mondi diversi per realizzare oggetti sempre nuovi che possano affascinare, stupire e conquistare le persone. Al di là delle collaborazioni stiamo lavorando a tanti nuovi progetti e a nuovi gioielli…ma non possiamo svelare nulla per il momento.

È l’ottobre 2012 quando due cugine milanesi, Laura Jessica Licini e Veronica Pieri, decidono di dare vita al brand di bijoux PLV Milano da un’idea e da un grande sogno. Laura, dopo una laurea in economia, matura un’esperienza decennale nel marketing e trade marketing di multinazionali del largo consumo. All’interno di PLV si occupa della parte marketing e commerciale, oltre a realizzare a mano con Veronica i singoli bijoux, che vengono venduti attraverso una sempre più ampia rete di negozi e tramite e-commerce.
Veronica, la responsabile creativa del brand e relazioni esterne, è laureata in farmacia e si è occupata negli anni di sperimentazione in una grande multinazionale. Ma la sua passione principale la porta a frequentare anche un corso per orafi e nel 2014, a seguito del diploma, realizza il primo ciondolo partendo dal classico peso da oreficeria: la collana “10 grammi d’amore” in breve tempo porta alla ribalta il brand PLV, fino a diventarne il pezzo icona in tutte le sue varianti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA