“Aurea, un luogo dove antico e moderno si incontrano”

Andrea Ciarallo

L’intervista ad Andrea Ciarallo, co-founder del nuovo jewels store Aurea

Come nasce il progetto dello store Aurea a Pesaro?
Aurea nasce originariamente come un progetto nuovo e inusuale che lega moda, design e gioielleria. Questa idea ha subito un momento di arresto durante il lockdown di marzo, ma non ci siamo scoraggiati e abbiamo pensato e aperto il nostro primo negozio a Pesaro, la mia città natale. Il concept di Aurea ha preso vita in maniera totalmente diversa da come l’avevamo immaginata inizialmente, tuttavia, nell’imprevedibilità della situazione che stiamo vivendo, lo considero comunque un regalo delle circostanze.

Qual è il tuo ruolo all’interno di questo progetto?
Il mio ruolo consiste nella ricerca e selezione di gioielli contemporanei, antichi e d’epoca che siano unici nel loro genere. Inoltre, offro la mia esperienza, capacità e soprattutto passione nel creare su misura tesori preziosi personalizzati e personalizzabili.

Descrivi Aurea come “una gioielleria ‘su misura’ e di restyling dei bijoux antichi”: ce ne puoi parlare?
Aurea realizza gioielli su misura partendo da un’idea, un sogno trasformandola in realtà, grazie alla maestria orafa. Non è necessario, inoltre, che un gioiello nasca da zero. In Aurea antico e moderno si fondono e proprio in questo spirito di unione nasce la possibilità di reinterpretare e trasformare un vecchio gioiello di famiglia in qualcosa di attuale e sorprendente, ma soprattutto unico che rifletta appieno la personalità di chi li indossa.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Ripartire da marzo e portare a termine il progetto iniziale di Aurea. Mentre, personalmente, vorrei prendere il diploma in gemmologia presso l’Istituto Gemmologico Italiano, che sicuramente amplierà le mie competenze.

Andrea Ciarallo nasce a Pesaro nel 1995, ha intrapreso studi artistici nella sua città.
Nel 2015 si è trasferito a Milano, con tanti sogni da realizzare, “con l’orgoglio dei vent’anni” e “l’entusiasmo di un bambino” come disse una volta Massimo Ranieri. Vista la sua grande passione per la gioielleria d’epoca, inizia la sua formazione presso la Scuola Orafa Ambrosiana dove ha conseguito diversi diplomi di formazione tra cui: oreficeria professionale, alta gioielleria, le varie tecniche di gioielleria contemporanea e di approfondimenti sulla storia del gioiello. In seguito al compimento degli studi, all’età di 22 anni entra a far parte della prestigiosa Accademia di Cartier per la quale tuttora lavora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA