“Bisogna cambiare il presente per modificare il futuro”

Alex Polidori
A soli 25 anni, poliedrico e trasversale, Alex Polidori, è cantautore, attore e noto doppiatore. Da venerdì 26 giugno è disponibile su Spotify e in tutti i principali digital store “Mare di plastica”, il suo nuovo singolo in cui si fa portavoce di un importantissimo messaggio volto alla sensibilizzazione della delicatissima questione dell’inquinamento ambientale con particolare riferimento alla tematica della plastica nei nostri mari

Da venerdì 26 giugno è disponibile su Spotify e in tutti i principali digital store “Mare di plastica”, il tuo nuovo singolo in cui ti fai portavoce di un importantissimo messaggio volto alla sensibilizzazione della delicatissima questione dell’inquinamento ambientale con particolare riferimento alla tematica della plastica nei nostri mari. Come mai hai scelto di trattare questo argomento?

Qualche mese fa ho visto un servizio in tv sui cambiamenti climatici e il problema della plastica in mare. Mi ha toccato e colpito moltissimo. Ho iniziato a riflettere sul fatto che se ognuno di noi cambiasse alcune abitudini, si potrebbe migliorare la situazione e far sì che l’uomo inizi a impattare sempre meno sulla salute del pianeta. Basta andare su internet e cercare immagini inerenti alla plastica in mare per farti accendere la lampadina e pensare che una di quelle bottiglie di plastica finite in acqua, potrebbe essere quella che hai gettato a terra senza pensare, o che hai buttato nel cassonetto sbagliato. Almeno a me è successo così. E non esiste rimandare, non esiste “poi”. Bisogna cambiare il presente per cambiare il futuro.  Tutto questo mi ha ispirato e ho portato avanti il progetto perché credo fermamente che la musica sia uno dei mezzi di comunicazione più potenti e adatti a veicolare un messaggio così importante.

Come riesci a coniugare le tue molteplici professioni di cantautore, doppiatore e autore?

Non è semplice, ma è un privilegio per un ragazzo di 24 anni poter fare quello che ama e poter coltivare le proprie passioni. Passo molto tempo in sala di doppiaggio, un’arte splendida e affascinante che fa parte della mia vita da quando sono piccolissimo, ma un mestiere che consuma molte energie mentali. C’è una concentrazione prolungata, un continuo scavare” dentro di sé per donare la propria anima a un altro attore che interpreta un personaggio, e capita di interpretare anche 2, 3, 4 personaggi diversi (cartoni, documentari, film o serie) nella stessa giornata lavorativa. È un lavoro che ti “costringe” a metterti in gioco, a tirare fuori quello che hai dentro, a esprimerti e a sfogarti, per poter dare vita a un personaggio. È quello che in qualche modo accade in ogni forma d’arte ed è bellissimo, però spesso tornato a casa non hai più molte cose da dire e la testa ti dice “Stop”. Poi però per fortuna a volte la passione e la vena artistica sono così travolgenti che ti spingono a tirare fuori idee, parole, melodie e capisci che il motore di un artista in realtà non è mai spento e cerca continuamente modi per inserire la marcia giusta e partire per un viaggio.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Per quanto riguarda il doppiaggio e la recitazione spero di continuare su questa strada e doppiare personaggi sempre più stimolanti e importanti per il pubblico. Sentirete la mia voce in tutte le sale, a luglio, nel nuovo film Disney Pixar “Onward-Oltre la magia” in cui doppio il protagonista, Ian, e poi in tante serie su piattaforme streaming e film cinema di cui però non posso parlare. Per la musica, invece, sto scrivendo e producendo tanti pezzi nuovi che farò uscire nei prossimi mesi. Cercherò di sperimentare e di trovare un sound sempre più personale. Spero anche che si possa ricominciare presto a suonare dal vivo perché mi manca tanto il contatto con il pubblico.

A soli 25 anni, poliedrico e trasversale, Alex Polidori, è cantautore, attore e noto doppiatore. Attivo nel mondo del cinema e dello spettacolo sin dalla tenera età come bambino prodigio già notato da Mike Buongiorno nella celeberrima trasmissione “Bravo Bravissimo”, Alex nel corso degli anni incarna diversi ruoli nel cinema e nella televisione. Artista in grado di muoversi con estrema facilità in diverse arti e forme dello showbiz, Alex approda da giovanissimo al magico mondo del doppiaggio che li regala sin da subito grandissime soddisfazioni. Cantastorie nel dna, Alex non riesce a stare distante dalla musica, sua grande passione. Dopo l’ottimo riscontro di brani come “Va tutto bene”, “Non lo faccio apposta”, “Paranoico” sino al recente “Virus Bastardo”, “Mare di plastica” è il nuovo singolo che segna il ritorno in musica in grande stile del giovane cantautore romano, facendosi portavoce di un importantissimo messaggio volto alla sensibilizzazione della delicatissima questione dell’inquinamento ambientale con particolare riferimento alla tematica della plastica nei nostri mari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA