Da baby-sitter a imprenditrice. È la storia di Emily Weiss. La passione per il make-up, insieme a una serie di incontri causali e tanta, tantissima determinazione, l’hanno portata a fondare Glossier. Un’azienda che oggi vale ben 34 milioni.

Emily Weiss: biografia

Nata nel Connecticut, a Wilton, da madre casalinga e padre dirigente della Pitney Bowes, dimostra fin da giovanissima la voglia di farcela da sola. A 15 anni fa la baby-sitter per un vicino che lavora da Ralph Lauren, dove, grazie a lui, inizia a lavorare pure lei. Riesce persino a convincere i genitori a farle saltare la scuola in occasione del lancio delle nuove collezioni. Così da poter essere presente.

Successivamente, ottiene altri lavori che le fanno capire cosa avrebbe voluto fare da grande. Tra questi, assistente al guardaroba della rivista W e poi come assistente personale della stylist Elissa Santisi. Viaggiando con lei si immerge sempre più nel mondo beauty. Tanto che dopo aver provato un autoabbronzante consigliatole da una modella, decide di scrivere sui prodotti di bellezza. Senza averlo mai fatto prima. Contatta Sarah Brown, responsabile delle pagine bellezza di Vogue e inizia così la sua collaborazione con la prestigiosa rivista.

Emily Weiss
Foto: Getty Images

Emily Weiss: dal blog al marchio

Da qui il passo alla gestione di un blog tutto suo è breve. Into the Gloss vede la luce dopo poche settimane. Al centro ci sono le donne, le loro abitudini e le loro storie. Ma Emily non si ferma. Vuole di più. E inizia a studiare il mercato della cosmetica. Il blog le ha dato una certa visibilità. Capisce che deve puntare sul web. Sulle piattaforme on line. Sulla circolazione dei suoi prodotti via social. Da donna a donna. Da amica ad amica. O i grandi marchi l’avrebbero schiacciata.

Presenta il suo progetto a diverse società e, dopo vari no, riceve il fatidico sì. Parte piano. La sua azienda, Glossier, vede la luce nel 2014 e la prima linea di prodotti comprende solo una crema idratante, un burro cacao e uno spray nebulizzatore.

A breve verrà lanciato il 22esimo prodotto, il profumo Glossier You. Le campagne pubblicitarie di Glossier sono da sempre minimal e realistiche. Glossier vuole parlare ai Millennials e i Millennials lo adorano. Proprio perché è così: semplice e senza troppi fronzoli.

Emily Weiss è un modello da seguire per tutte quelle giovani ragazze che stanno cercando la propria strada. La sua storia è emblematica: dimostra che determinazione, talento e sacrifici alla fine ti fanno tagliare il traguardo.

In una società in cui sono ancora troppo forti i pregiudizi verso le donne lavoratrici (e non solo), la storia di Emily Weiss è motivo di orgoglio e speranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here