“Eva Green, french glamour e bellezza disinibita e oscura”, perché il fascino dark, la disinibizione, il suo perfetto allineamento alle trame del gotico, e il magnetismo, sono gli aspetti dell’attrice che hanno contribuito alla sua fortuna cinematografica. Determinanti almeno quanto la bellezza

Eva Green french actress, il debutto “esplosivo” in The Dreamers, film su un ménage à trois 

Dall’esplosivo debutto in The Dreamers-I sognatori, diretto da Bernardo Bertolucci nel 2003, lo spettatore viene sorpreso e ammaliato dal suo “fascino dark”. Nel film, ambientato durante l’occupazione studentesca della Cinémathèque française, il giovane americano Matthew incontra Isabelle (Eva Green), la quale lascia intendere al ragazzo di essere incatenata al cancello della Cinémathèque, per protesta. 

Eva Green
Michael Pitt, Eva Green, Louis Garelpos e Bernardo Bertolucci (Foto: Getty Images)

Eva, ventitreenne, è mostrata da Bertolucci con la sigaretta fra le labbra e il basco rosso. Disinibita, con uno sguardo intenso, e al contempo, fuggevole. Un ménage à trois fra i due gemelli francesi, Isabelle e Théo, e l’amico americano Matthew, e non solo, fanno di The Dreamers un’opera controversa. I tre protagonisti hanno in comune la passione viscerale per il cinema.

Eva Green ha girato, per questo film, diverse scene di nudi integrali e una di sesso con Matthew (l’attore Michael Pitt). E il suo fascino dark è indiscutibile.

Eva Green hairstyles, magica nei film di Burton con i capelli nero corvino o biondissima

“Eva Green, french glamour e bellezza oscura“, così nel nostro titolo, perché il fascino dark dell’attrice è apprezzato dal pubblico. E anche dal regista statunitense Tim Burton. Green è tra le sue muse indiscusse, insieme, ad esempio, alla straordinaria Winona Ryder. Burton ama lavorare con gli opposti, e presenta le sue attrici sempre con look diversi. Le sue protagoniste hanno infatti i capelli nero corvino o sono biondissime.

Fra gli altri film in cui ha recitato Eva Green si ricorda anche Dark Shadows (2012), diretto da Burton, nel quale Eva interpreta il ruolo di Angelique Bouchard. Angelique è una domestica che, dopo essere stata lasciata dal playboy Barnabas, si vendica di lui e gli distrugge la vita con la magia nera. Mentre nella più recente pellicola Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali (2016), sempre di Burton, interpreta il ruolo di Miss Peregrine, l’istitutrice di una casa per “special boys and girls”.

Eva Green french glamour e dark shadows nel nuovo film di Polanski

Nel nuovo film Quello che non so di lei (2017), il thriller psicologico di Roman Polanski, arrivato nei nostri cinema il primo marzo, la Green recita ancora nel ruolo di una donna forte: Leila. Ma anche “dannata” e animata da cattivi sentimenti.

Eva Green
Emmanuelle Seigner, Roman Polanski ed Eva Green (Foto: Getty Images)

Leila è una fan dell’autrice di best seller Delphine. Quest’ultima inizia a frequentare una Leila empatica, intelligente ed estremamente affascinante, e che riesce a comprenderla come nessuno ha mai fatto prima. Le due donne decidono di vivere nella stessa abitazione. Solo che Leila, dal fascino dark, via via che il plot si infittisce, da amica e complice, e poi consigliera, diventa tormentatrice e aguzzina di Delphine. Perché, come si dice, la bellezza è complice e “assassina”…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here