Vera Gemma conferma le parole di Asia Argento: ‘Terrorizzate da Weinstein’

Concorrente di Pechino Express insieme all’amica Asia Argento, Vera Gemma ha raccontato e confermato alcuni episodi su Harvey Weinstein.

Argento-Gemma
Getty Images

Sono entrambe figlie d’arte e amiche da sempre. Vera Gemma (la figlia di Giuliano Gemma) e Asia Argento (figlia del regista Dario Argento) sono in gara a Pechino Express in coppia. In parallelo alla messa in onda dell’adventure-reality Vera Gemma ha rilasciato un’intervista a Il Fatto Quotidiano in cui ha parlato del rapporto che la lega ad Asia. Le due sono sempre state unite dall’inclinazione a “vivere pericolosamente”.

Non mi sono mai posta limiti di nessun tipo, ho frequentato chiunque, mi sono ritrovata in un’auto inseguita dalla polizia. Ce lo diciamo sempre [io e Asia, n.d.r.]: ‘Madonna che culo a essere ancora vive’.

La concorrente di Pechino Express ha confermato anche le molestie di Harvey Weinstein ai danni di Asia Argento, una delle prime donne a denunciare il produttore e a dare vita al #MeToo.

Certi traumi li ho vissuti insieme ad Asia. Ero con lei al Festival di Toronto quando Weinstein ci inseguiva dappertutto e noi scappavamo disperate. Lui però era fissato solo con Asia, a me spettava il ruolo di carabiniere atto a proteggerla da questo energumeno che veniva a bussarci alla camera d’hotel e noi chiuse dentro, terrorizzate.

Harvey Weinstein
Getty Images


A proposito di #MeToo, Asia Argento è già tornata sui suoi passi per l’ipocrisia che negli ultimi due anni ha invaso il movimento. Vera Gemma ha chiarito di aver preso le distanze da alcuni comportamenti dell’amica.

Non ho partecipato molto [alle vicende e alle polemiche post #MeToo, n.d.r.] e ci sono aspetti legati a lei dai quali mi dissocio. Non abbiamo la necessità di condividere sempre tutto.

Come se la caveranno a Pechino Express?

© RIPRODUZIONE RISERVATA