A New York apre il primo museo di make-up del mondo

La Grande Mela si prepara ad accogliere il Makeup Museum, il primo museo di storia del make-up nel mondo. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla nuova Mecca del beauty.

Pexels

Sin dalla notte dei tempi, il make-up è espressione dell’essere e specchio di cambiamenti storici. Non dovrebbe sorprendere, quindi, la notizia dell’inaugurazione del primo museo del make-up. Come riportato da WWD, nel modaiolo Meatapacking District di New York aprirà nel maggio 2020 il Makeup Museum, un vero e proprio museo che celebrerà e racconterà la storia del trucco e il forte impatto che, da sempre, l’arte del farsi belle ha sulla società.

Una storia vastissima, quella del make-up, che verrà percorsa da una serie di mostre a rotazione. Si comincia con Pink Jungle: 1950’s Makeup in America, rassegna dedicata agli anni ’50 e alle grandi icone beauty dell’epoca, da Marilyn Monroe a Greta Garbo passando per Audrey Hepburn.

La scelta degli anni ’50 non è casuale: è stato in quel periodo storico, poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, che è nata l’industria del make-up, con l’esordio sul mercato di marchi longevi quali Elizabeth Harden, Helena Rubinstein e Max Factor.

Doreen Bloch, co-founder del Makeup Museum, ha dichiarato: “Il Makeup Museum è un’istituzione fondamentale per il panorama culturale di New York e nel mondo”.

Il trucco ha una storia di 10mila anni, che spazia dagli antichi Egizi e dal loro eyeliner al trucco delle geishe in Giappone, fino ad arrivare all’influenza che il trucco ha oggi sulla cultura pop.

Il Makeup Museum di New York resterà aperto per 6 mesi a partire dalla prossima primavera.

Una ragione in più per prenotare un volo per la Grande Mela!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here