Mentre tornano di moda gli occhiali da sole anni ’90, vi siete mai chiesti a quando risale questa strepitosa invenzione? Chi ha realizzato i primi occhiali da sole?

Primi occhiali da sole: la storia

Questo accessorio, tanto funzionale quanto glamour, ha origini lontane. I primi esemplari furono realizzati dagli Inuit, popolazione dell’Alaska e della Siberia orientale, per proteggersi dal riflesso della luce su neve e ghiaccio. Avevano le sembianze di una mascherina fatta di osso o legno. Non aveva lenti ma una piccola fessura orizzontale attraverso cui guardare e si legava attorno alla testa.

Gli Inuit sono considerati gli inventori degli occhiali da sole, tanto che lo stilista francese Courrèges, nel 1965, portò in passerella un modello di occhiali da sole ispirato proprio alla “mascherina eschimese”.

primi occhiali da sole
Foto: Getty Images

Tutt’altro utilizzo ne faceva invece Nerone, testimonianza che questo accessorio, nella sua forma rudimentale, era presente anche nell’Antica Roma. L’Imperatore osservava gli spettacoli al Colosseo attraverso uno smeraldo. Non prettamente per proteggersi dal sole, in questo caso, ma per combattere la sua miopia. La forma concava della pietra, infatti, accorciava il fuoco dell’immagine, consentendogli di guardare da lontano senza strizzare gli occhi. Ciò conferiva alla pietra, come descritto dallo storico Plinio, un effetto riposante sulla vista.

In Cina, invece, già nel XII secolo si utilizzavano lenti scure, impiegate sopratutto dai giudici per celare lo sguardo e apparire così imparziali.

Nel Seicento vi sono numerose testimonianze della presenza di occhiali con lenti colorate, il cui scopo era quello protettivo. Come dimostra cià che è stato rinvenuto in svariate collezioni private, oggi esposte nei musei. Samuel Pepys, politico e scrittore inglese, scrisse nel suo Diario di aver acquistato un un paio di occhiali con lenti verdi nella speranza di dare sollievo ai suoi occhi, affaticati dalla scrittura a lume di candela. Tra i colori più gettonati in questo periodo, oltre al verde, c’era il blu.

I primi (veri) occhiali da sole

Fin qui abbiamo ricostruito la storia degli occhiali da sole mettendo in luce scopi diversificati. I primi occhiali da sole più vicini a quelli odierni sarebbero ben più recenti. Risalirebbero, infatti, al XX secolo. Quando John A. Macready, luogotenente americano, dopo aver riportato un danno alla vista in seguito a un volo in mongolfiera, chiese di creare un modello di occhiali capace di proteggere gli occhi dei piloti. La richiesta fu indirizzata all’azienda Bausch & Lomb: oggi la celebre Ray Ban.

Nel 1929 Sam Foster fondò la prima azienda produttrice di occhiali da sole destinati anche ai civili, non più solo ad uso esclusivo dei militari.

Dai primi occhiali da sole al successo sul set

È stato il cinema a portare sull’Olimpo questo accessorio. Le dive del calibro di Audrey Hepburn, Marilyn Monroe, Monica Vitti e tante altre hanno portato al successo modelli che ancora oggi vanno assai di moda. Basti pensare all’intramontabile modello Cat Eyes o il più maschile (ma tanto amato dalle donne) Ray Ban Aviator.

primi occhiali da sole
Foto: Getty Images
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here