Se siamo diventate onicotecniche da poco tempo e abbiamo bisogno di una fresa unghie quale scegliere è la prima domanda che ci facciamo al momento di acquistarne una: spesso marca e modello ci vengono consigliati durante il corso, ma se non è così dobbiamo attrezzarci da sole per comprarne una che non deluda le nostre aspettative.

L’importanza della fresa nel lavoro dell’onicotecnica

La fresa unghie, detta anche lima elettrica, è molto importante per le onicotecniche: velocizza tantissimo il lavoro di limatura. E’ dotata di diverse punte intercambiabili  con cui potremo anche rimuovere le cuticole e opacizzare il letto ungueale prima della stesura del primer. Durante l’applicazione del gel è la sostituta ideale della lima classica: quando esso è catalizzato e sgrassato, eseguire la bombatura delle unghie con la lima elettrica ci permetterà di ottenere un lavoro più preciso. Stessa cosa se si tratta di accorciare o dare forma alle unghie, anche quelle naturali. Per poterla usare però bisogna aver seguìto dei corsi specifici, altrimenti si rischia di danneggiare le unghie irreparabilmente.

fresa unghie quale scegliere
La fresa per unghie velocizza il lavoro dell’onicotecnica – Fonte Instagram @creativeside_bysara

Fresa unghie quale scegliere per non sbagliare

Una fresa unghie di qualità deve avere determinate caratteristiche: innanzitutto, le punte debbono avere una velocità di almeno 10000 giri al minuto affinché ci si possa lavorare al meglio: deve disporre di diverse punte intercambiabili, ognuna con una funzione specifica:

  • punta di diamante per eliminare le cuticole e levigare il letto ungueale;
  • in metallo duro per rimuovere il gel e decorazioni a rilievo;
  • cilindretti abrasivi per ridurre lo spessore delle unghie;
  • in silicone, feltro o camoscio per la lucidatura finale;
  • in zaffiro per unghie naturali.
fresa unghie quale scegliere
Punte intercambiabili una per ogni necessità – Fonte Instagram @puntefresaitalia

L’aspiratore, elemento molto importante

Durante l’uso della fresa per unghie viene prodotta tantissima polvere di limatura: proprio per questo durante i corsi di formazione i trainer raccomandano di lavorare con guanti e mascherina, perché questo pulviscolo, se inalato, può risultare nocivo o creare infiammazioni agli occhi e alle mucose.

Un grande aiuto in questo caso può darcelo l’aspiratore: si accende in contemporanea con la fresa, e ci consente di eseguire un lavoro ordinato e pulito, senza spargimento di polvere che, diciamocelo, alle clienti non fa certo piacere. Quello che vedete in foto è di Crystal Nails, e ha un sito dove ne potrete trovare diversi, tutti molto efficaci. 

fresa unghie quale scegliere
L’aspiratore per la polvere di limatura – Fonte Instagram @catianails83

Dove acquistare una fresa per unghie

Quando si tratta di acquistare una fresa unghie quale scegliere può diventare un problema se non si è disposte a spendere un bel po’: non pensate di cavarvela con poche decine di euro. I prezzi sono abbastanza alti, ma il prodotto deve essere necessariamente di qualità perché il lavoro sulle unghie sia perfetto e sicuro.

La fresa New Extreme Drill di Crystal Nails è una delle migliori presenti sul mercato:movimento da 20000 a 30000 giri, ha un prezzo di circa 231 euro (punte a parte). Da Scarlet Nail, molto interessante la Drill Pro (25000 giri): ha 6 punte intercambiabili più scovolini inclusi nel prezzo. Non è attualmente disponibile online, ma lo sarà di nuovo a breve. Ancora più valida, sempre da Scarlet Nail: Fresa Professionale KP 40000 giri prodotta in Corea. Al momento è in promozione: € 151,99 al posto di € 181,99. 

fresa unghie quale scegliere
Da Scarlet Nails una delle migliori frese per unghie – Fonte Instagram @scarlet_nail

Ora che avete qualche idea in più su quale fresa per le unghie scegliere, siete pronte ad iniziare la vostra avventura da onicotecniche. Un grosso in bocca al lupo!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here